Provate la magia con il nuovo spot di Lexus “Man and Machine” in occasione del Super Bowl 2017

Lo spot di Lexus “Man and Machine” realizzato in occasione del Super Bowl 2017 vi spingerà sicuramente a richiedere il test-drive di questa coupé di lusso!

Ci si potrebbe aspettare lo spot che vi abbaglia soltanto con l’ultimo modello elencate e accattivante di Lexus. Al contrario, il brand ha deciso di fare qualcosa di insolito – invitando Lil’ Buck, un ballerino professionista, per il suo nuovo spot dal titolo “Man and Machine” a mostrare il legame speciale tra un uomo e la sua macchina. Per promuovere la nuova LC 500 e presentare il suo nuovo slogan globale “Experience Amazing,” la Lexus vi invita a sperimentare la vettura come mai prima.👨🚘

Lexus “Man and Machine” (via)

Lo spot si apre con le inquadrature Fastcut di Lil ‘Buck, che balla il jookin (una street dance originaria di Memphis) sulle note di un brano musicale “Move Your Body” di Sia dal suo ultimo album, e una macchina, la nuova Lexus LC 500 2017 coupé, che fa da sfondo alla sua danza.

Lo spot va avanti e noi vediamo entrambi, uomo e macchina, su uno split screen, che mostra i paralleli tra la versatilità dei movimenti del corpo umano e la potenza e atletismo del veicolo.

Machines don’t have emotions‘ (it. “Le macchine non provano emozioni”), dice la voce fuori campo di Minnie Driver, l’attrice britannica. ‘But the rare few can inspire them.’ (it.“Ma in alcuni rari casi, le possono ispirare”) Non c’è niente di meglio che comunicare le proprie emozioni attraverso il vostro ballo!

(via)

Il concetto è brillante e ben reso! Una parte bellissima dello spot che mi piace di più è dove Lil’ Buck striscia nella Lexus sfidando la gravità e quando balla sulle pareti intorno al veicolo. Incredibile, no? 😉

Altro su auto

Altro sulle campagne di Super Bowl

McDonald’s rende il take-away più efficiente.

McDonald’s Ungheria ha sviluppato un design intelligente di sacchetto per il take away.

La nostra cultura moderna è spesso incentrata sul concetto di fare il più possibile nel minor tempo. Viviamo vita frenetica, spendiamo molto tempo al lavoro o per studiare; di conseguenza, la maggior parte delle persone vanno di corsa durante la maggior parte della propria vita e quindi spesso mangiano un boccone veloce.

Per facilitare i consumatori nell’utilizzo del cibo d’asporto come patatine fritte e hamburger, McDonald’s con DDB Budapest ha inventato il BagTray: si tratta di un sacchetto di carta normale che si converte facilmente in un vassoio.

McDonald’s Bag Tray (via)

Quello che bisogna fare è strappare la linea tratteggiata nella parte inferiore del sacco per separare il vassoio alla base. Si può gustare il proprio pasto su un vassoio, che permette alle persone di evitare che il cibo cada a terra o scivoli via.

È possibile prenotare e mangiare così il cibo d’asporto più conveniente ovunque ci si trovi, in macchina, nel parco o in ufficio. Utilizzando questo vassoio i consumatori si sentono più a loro agio e possono così posare il loro pasto sulla superficie senza sporcarsi.

(via)

Questo vassoio non è solo conveniente, al contrario dei vassoi di plastica convenzionali, ma è anche molto ecologico. Il sacchetto di carta e il vassoio sono entrambi eco-compatibili e riciclabili, fatti in cartone rinforzato e possono contenere tranquillamente un pasto di grandi dimensioni.

Non è la prima volta che McDonald’s anticipata le esigenze dei consumatori e crea qualcosa di utile per loro, continuando a sorprendere la gente con le sue brillanti soluzioni.

Per quale motivo sono stati creati dei cartelloni arancioni vuoti?

Per capirlo meglio bisogna andare a Stoccolma.

Avete mai pensato che le idee brillanti sono così evidenti che vi chiedete il perché non vi sono mai venute in mente prima. Le idee più semplici hanno un maggiore impatto e sorprendentemente efficace. Esse sono spesso meglio comprese, ricordabili e stampate nella mente.

Non c’è bisogno di complicare le cose. Oggi siamo bombardati di pubblicità piena di immagini sovraccariche di informazioni. E la possibilità che la gente ricordi il messaggio insito e si affretti ad acquistare il prodotto è molto piccola. Anche se, diciamocelo, non è un compito facile attirare l’attenzione della gente.

È risaputo che “Tutto ciò che è geniale è semplice“. Un chiaro e semplice concetto è più potente e porta un messaggio forte che può essere riconosciuto agli occhi dei consumatori. Le persone inconsciamente apprezzano di più la semplicità.

Quindi, “Less is more“. La frase è spesso associata a Ludwig Mies Van Der Rohe, l’architetto e designer di mobili, forte sostenitore del minimalismo. Oggi questo motto è molto attuale e viene spesso utilizzato nella pubblicità e nel design.

A mio avviso, uno degli esempi più interessanti di questo concetto è la campagna creata da DDB Stockholm per la catena di fast-food McDonald’s.

McDonald’s (via)

Per promuovere il doppio cheeseburger di McDonald’s, vengono postati due cartelloni vuoti arancioni uno accanto all’altro. Non è possibile vedere nessun hamburger o patatine fritte seducenti con un titolo gigante. Proprio in fondo a destra nel cartellone si può notare una breve scritta di un prodotto con il suo prezzo “Double Cheeseburger 20 SEK“.

Penso che i creativi hanno presentato il loro concetto in modo chiaro e conciso. È davvero molto complicato fare qualcosa di semplice, ma molto semplice creare qualcosa di complicato.

In conclusione, vorrei ricordare che McDonald’s ha sempre offerto soluzioni nuove e creative per attirare l’attenzione dei consumatori e far parlare loro del proprio marchio. Questa campagna è stata fatta per creare hype e distinguersi sempre di più.