Tour n’ Cure ha lanciato la campagna #StopTheWait con il protagonista Lionel Messi.

Se siete alla ricerca di un interessante esempio di campagna di turismo medico, la campagna di Tour n’ Cure #StopTheWait sicuramente merita la vostra attenzione. #StopTheWait è un’iniziativa lanciata per eradicare l’epatite C in tutto il mondo. In collaborazione con Leo Messi, la stella del Barcellona e Global Ambassador di #TourNCure, la campagna ottiene sicuramente più risonanza. Continuate a leggere per scoprirne di più!

Il turismo medico ha guadagnato popolarità negli ultimi anni in modo tale che la gente decide di ottenere cure mediche all’estero come opzione alternativa per l’alta qualità e l’assistenza sanitaria a prezzi accessibili, e l’assenza di infinite liste di attesa. Si ha inoltre la possibilità di viaggiare all’estero.

Lo sviluppo di una strategia solida di marketing per aumentare la visibilità del brand e il coinvolgimento dei consumatori è di vitale importanza per qualsiasi azienda, e l’industria del turismo medico non fa eccezione. Tra numerose tecniche di marketing che possono essere utilizzate, il digital marketing è considerato come uno dei migliori e più efficaci strumenti per il turismo medico. Tale strumento permette di raggiungere meglio il target giusto con la comunicazione giusta e misurare l’efficacia diretta degli annunci pubblicitari. Aumenta le possibilità che la persona giusta veda il messaggio giusto al momento giusto. Si espande anche il vostro servizio al mercato regionale, nazionale ed internazionale.

Con gli strumenti di marketing digitale si può incoraggiare il pubblico di refirimento all call to action, visitare il vostro sito per avere maggiori informazioni sui vostri prodotti / servizi e fornire un feedback, e utilizzando gli share button sul vostro sito web o canali dei social media i visitatori possono condividere i contenuti abbastanza velocemente. È importante creare un contenuto potente che la gente può commentare e condividere online tutto il tempo.

Social media è anche un ottimo metodo che consente di connettersi con successo con il vostro target via e-mail, invitando le persone ad entrare nella vostra pagina di Facebook o community.

Tour n’ Cure #StopTheWait (via)

Ecco un esempio della campagna del digital marketing che è stata realizzata dall’agenzia BBDO Egitto in collaborazione con la Fondazione Leo Messi per iniziativa della Tour n’ Cure di Prime Pharma chiamata #StopTheWait mirata di guidare lo sforzo globale per sbarazzarsi dall’epatite C.

In particolare, lo spot si apre con la voiceover che, usando Messi come esempio, racconta tutte le cose che gli sono accadute negli ultimi due anni. Per questo periodo di tempo ha perso alcune finali e ha vinto un poì di più, ha segnato 120 gol con il supporto della sua squadra, ha viaggiato il mondo in 64 giorni, ha ricevuto un certo numeri di titoli, si è infortunato, curato e guarito, ma nel frattempo Melanie sta aspettando proprio come 100 milioni di persone come lei che sono costretti ad attendere più di due anni per iniziare il trattamento per l’epatite C.

Poi Messi appare nel video dicendo che “Tutto quello che ho raggiunto negli ultimi due anni non avrebbe senso se non siamo in grado insieme di cambiare la vita di Melanie e molti altri come lei. Nessuno dovrebbe aspettare per il trattamento. #StopTheWait. “ È essenziale che si debba agire come Messi!

Lo spot si conclude con la riga di testo: “Venite in Egitto per il trattamento a prezzi accessibili con lo zero tempo di attesa. Avviate il trattamento ora www.tourncure.com.

Se siete curiosi potete anche vedere la campagna sui canali social come Facebook, Twitter e Instagram.

Come dice il sito di Tour n’ Cure “Per ogni 1000 sostenitori alla causa #StopTheWait, Tour n ‘Cure fornira un trattamento gratuito per un paziente

(via)

A mio avviso, è una bellissima campagna con un messaggio forte. Mettiamoci una fine alle lunghe liste d’attesa di persone in attesa per il farmaco. #StopTheWait. “E voi, cosa ne pensate? 🙂

Altro su digital marketing

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

P&G ha lanciato la campagna digitale #WeSeeEqual legata alla Giornata internazionale della donna.

La nuova campagna pubblicitaria aziendale Procter and Gamble è stata creata a sostegno della parità di genere e dei diritti delle donne in quanto ‘parità di retribuzione, non importa chi lo richiede.’ (in engl. ‘Equal pay doesn’t care who demands it.’)

Il mondo dov’è presente la uguaglianza di genere è un mondo migliore per tutti. Attraverso le nostre azioni e le conversazioni che sosteniamo, aspiriamo a costruire un mondo migliore per tutti noi – dentro e fuori di P&G – privi di pregiudizi di genere e con pari rappresentanza e una voce uguale per uomini e donne. Un mondo in cui tutti si vedono uguali.

– Procter&Gamble

Lo spot mostra i clip di uomini e donne di tutte le età, compresi i neonati e bambini in situazioni che possono distruggere gli stereotipi di genere. Ad esempio, vediamo un clip di un papà che sta cambiando un pannolino, accompagnato dalla riga di testo “Ai pannolini non interessa chi li cambia” (‘Diapers don’t care who change them’), una giovane ragazza di una razza diversa seduta in classe di matematica con il testo “Alle equazioni non importa chi li risolve,” (‘Equations don’t care who solve them’) una donna anziana che fa un bangee jumping “Alle paure non interesse chi le supera” (‘Fears don’t care who conquer them‘) e così via. Lo spot si conclude con una scena in cui una donna incoraggia la sua più giovane collega a “farlo,” accompagnato dalla linea “Parità di retribuzione, non importa chi lo richiede.” (“Equal pay doesn’t care who demands it.”)

P&G #WeSeeEqual (via)

Lo spot firmato dall’agenzia pubblicitaria Badger & Winters, è impostato sulle note di un brano musicale “What’s Up” di 4 Non Blondes con il seguente testo “25 anni di vita e ancora sto cercando di risalire quel grande alto monte di speranza, per una destinazione. Me ne sono resa conto presto, appena ho dovuto, che il mondo è fatto da una grande fratellanza di uomini qualunque cosa voglia dire… E io prego ogni giorno per una rivoluzione” il che significa che tutte le donne e le ragazze meritano di essere trattate con rispetto e essere valorizzate.

(via)

Godetevi questo commovente spot e condividete la vostra opinione. 🙂

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

SalvaSalva

#CreateCourage a prescindere da tutto con il nuovo spot di “Rogue One: A Star Wars Story.”

Se siete grandi fan di Star Wars, non c’è da stupirsi se contate i giorni che mancano all’invasione di #RogueOne nelle sale! Mentre aspettate, vi consiglio di guardare questo spot scaldacuore dalla Globe Telecom, società di telecomunicazioni leader nelle Filippine. Che l’emozione sia con voi! 

Potreste aver sentito di recente che “Rogue One” non è un sequel del “Risveglio della Forza” uscito l’anno scorso. “Rogue Oneè il primo film stand-alone della serie Star Wars Anthology che promette di portarvi in una nuova epica avventura spaziale. In realtà, è ambientato “tanto tempo fa, in una galassia lontana, lontana” tra gli eventi di “La vendetta dei Sith” e “Una nuova speranza” e ruota attorno a un gruppo di ribelli che sono in missione per rubare i piani per la Morte Nera, l’ultima arma dell’Impero, in grado di distruggere un intero pianeta. Questo evento, di vitale importanza nella timeline di Star Wars, spinge le persone ordinarie a unirsi per essere coraggiosi e per realizzare cose straordinarie, diventando parte di qualcosa di più grande.

Globe Telecom: #CreateCourage – Rogue One: A Star Wars Story (via)

Ispirato dal tema di quel film, Globe Telecom, in collaborazione con Disney Southeast Asia e Publicis JimenezBasic hanno lanciato un nuovo spot televisivo che invita le persone a #CreateCourage (avere coraggio) per qualcosa di più grande in una vita quotidiana.

Lo spot si concentra su una giornaliera routine di due fratelli, un ragazzo e la sua sorellina, grandi fan di Star Wars. Vediamo un ragazzo con una felpa e cappuccio di Star Wars e una ragazza che indossa sempre il casco da Stormtrooper ovunque vada: a scuola, a casa in bici, in momento in cui balla e guarda Rogue One. Mentre la storia procede, scopriamo che c’è un motivo per cui lo indossa.

Globe Telecom: #CreateCourage – Rogue One: A Star Wars Story (via)

Nei secondi finali dello spot vedremo la ragazza che entra in classe a scuola. I suoi compagni di classe tutti in versione Stormtrooper salgono dai propri posti, lei si toglie la maschera e tutti si accorgono che cosa si nasconde dietro ad un casco da Stormtrooper.

Lo spot si conclude con lo slogan “Create. Courage. Create. Wonderful.” ad indicare che i piccoli gesti di gentilezza hanno un significato molto importante e danno sostegno alle persone. A volte le azioni valgono più delle parole!

Globe Telecom: #CreateCourage – Rogue One: A Star Wars Story (via)

Guardate il video 🙂

(via)

Il messaggio chiave della campagna mira ad incoraggiare a donare a favore della clinica pediatrica e riabilitazione del Philippine General Hospital e per sollevare gli spiriti e dare coraggio ai loro giovani pazienti.

Inoltre, i fan di Star Wars possono partecipare ad un concorso speciale con la possibilità di vincere un viaggio per Star Wars Celebration 2017 in Florida, Stati Uniti d’America. Per partecipare basta postare la propria foto con un casco da Stormtrooper sui profili Facebook o Twitter utilizzando i hashtag #CreateCourage e #RogueOnePH e completare questa frase nella didascalia “#CreateCourage to __________.” (ovvero ‘dare coraggio a qualcuno per_____”) Per scoprire di più vedetw il sito di Globe! Stupendo, no?

A mio avviso questa iniziativa è spettacolare. Trovo molto bello che i brand sostengono una buona causa! E voi che ne pensate? 😉

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

Atro su Guerre Stellari

Rimetti all’opera le tue cose!

Questo è il titolo di nuovi annunci di pubblicità sociale del Goodwill per gli Stati Uniti mirata per incoraggiare le persone #DonareCoseCreareLavoro.

Potreste aver sentito parlare di Goodwill (o Goodwill Industries International, Inc.), un network di 164 organizzazioni indipendenti non profit di beneficienza governati da un consiglio di amministrazione fatto da volontari, che opera negli Stati Uniti, Canada e altri 13 paesi tra cui la Corea del Sud, Venezuela, Brasile e Italia. La mission di Goodwill è quella di fornire formazione professionale, inserimento lavorativo e altri servizi basati sulla comunità per tutti i ricercatori di lavoro (giovani, studenti, anziani, veterani, persone con disabilità e di altre esigenze specializzate) che affrontano le sfide di lavoro, attraverso la vendita di abbigliamento e oggetti per la casa donati al Goodwill Retail Stores e shop online. 👠🎸💻

goodwill-stiletto
Goodwill: Stiletto (via)

Per spargere la voce circa il suo concetto Goodwill in collaborazione con Ad Council e agenzia pubblicitaria VML New York che ha creato questo progetto pro bono, hanno lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione con lo scopo di mostrare alla gente che tutti possono fare il loro meglio per aiutare chi è nel bisogno. A volte basta poco, anche una piccola azione per fare la differenza.

goodwill-guitar
Goodwill: Guitar (via)

Nello spot si vede una serie di immagini che mostra figurine in miniatura in azione che sono occupati in una varietà di posti di lavoro qualificati, insieme a grandezza naturale degli oggetti donati che possono aiutare a finanziare la formazione professionale e opportunità di inserimento lavorativo nella vostra community. Lo spot si conclude con il tagline, “Dona Cose. Crea Lavoro” e vi indirizza a visitare il sito di Goodwill e trovare il loro centro donazioni più vicino.

(via)

Trovo questa iniziativa brillante. La cosa migliore che tutti noi possiamo fare è aiutare gli altri a realizzare i loro sogni. E voi che ne pensate? 😉

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

Un modo divertente per applicare la protezione solare per bambini!

Il marchio di skincare Nivea ha recentemente messo a punto un’idea geniale per proteggere i bambini dai nocivi raggi UV del sole creando la SunSlide – un modo divertente per mettere la protezione solare!

Con l’estate ormai in pieno svolgimento passiamo molto tempo fuori a godersi il sole e il bel tempo, andando in spiaggia e rilassandoci a bordo piscina. Tuttavia, è importante essere consapevoli come si può godere del sole in modo sicuro e ricordare che troppa esposizione alla luce solare è dannosa in quanto può causare le scottature, i danni alla pelle e agli occhi, e portare al cancro della pelle in età avanzata.

La ricerca dimostra che i bambini sono i più vulnerabili in quanto hanno la pelle più delicata e sensibile rispetto agli adulti, per questo il loro rischio di scottature è molto più alta. I genitori  quindi devono stare ancora più attenti alla salute dei loro figli e applicare la protezione solare sulla loro pelle regolarmente. Come tutti ben sappiamo, per far mettere la protezione solare ai bambini è più facile da dire che da fare. Appena arrivano in spiaggia e vedono l’acqua l’ultima cosa che vogliono fare è aspettare per mettere la loro crema solare.

 

Nivea: SunSlide (via)
Nivea: SunSlide (via)

Ecco perché Nivea con l’agenzia FCB Cape Town hanno creato il SunSlide un grande scivolo d’acqua che spruzza la protezione solare SPF 50+ resistente all’acqua sui bambini prima di scendere con lo scivolo. Secondo Nivea, basta una scivolata per coprire più di 100 bambini per ora!

Inoltre, Nivea ha preso cura dei bambini. Sono stati dati a loro gli occhiali speciali per evitare che la crema solare vada negli occhi.

La campagna SunSlide è stata lanciata al Camps Bay, la spiaggia più famosa del Sud Africa, perché, secondo la Skin Cancer Foundation, il Sud Africa ha il più alto tasso di tumori della pelle nel mondo.

Penso che sia una grande iniziativa per contribuire alla lotta con il cancro della pelle, non è vero? 😉

(via)

Altro su campagne di sensibilizzazione

Altro su Nivea

Altro su Ambient Marketing

Un modo creativo per sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di proteggere la natura.

Il WWF ha realizzato questo mese negli Stati Uniti la campagna di Direct marketing mirata per attirare l’attenzione della gente delle specie animali in via d’estinzione in tutto il mondo affinchè non arrivi il giorno che sarà troppo tardi.

Il sito di WWF suggerisce:

Salvare la natura è al centro di ciò che facciamo come il WWF. Per più di 50 anni, la nostra missione è stata quella di trovare soluzioni che salvano la meravigliosa ricchezza della vita sul nostro pianeta, applicando le migliori conoscenze scientifiche disponibili e coinvolgendo le comunità locali.

Per renderci consapevoli della gravità di questo problema e di educarci finchè c’è ancora tempo, il WWF ha collaborato con Post-it e Miami Ad School per sviluppare questa campagna sorprendente e geniale!

L’idea è la seguente: sono stati creati quattro tipi di Post-It notes, ognuno con una diversa immagine di una specie in via di estinzione. Con ogni foglietto staccato, l’immagine dell’animale svanisce gradualmente prima che scompaia. In altre parole, l’immagine potrebbe difficilmente essere riconosciuta alla fine. Anziché, viene visualizzato il messaggio fondamentale: “Estinzione inizia prima che vediamo sta arrivando.“ (dall inglese ’Extinction starts before we see it coming.’ ) Cioè è necessario di salvare gli animali in via di estinzione, prima che spariscono davanti ai nostri occhi.

wwf-board_aotw
WWF: Specie animali in via d’estinzione (via)

La campagna è semplicemente straordinaria. E voi siete rimasti colpiti? 🙂

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

Altro sulle campagne di Direct Marketing

Avete ancora voglia di comprare questa t-shirt per due euro?

Fashion Revolution, un’organizzazione non-profit, ha condotto un esperimento sociale a Berlino per mostrare alla gente il vero costo di abiti di moda low cost.

Quando si tratta di fashion, vogliamo essere sempre alla moda, ma purtroppo non tutti possono permettersi di spendere così tanto per dei vestiti. Quindi, siamo sempre a caccia di un grande affare soprattutto nel periodo dei saldi.

Potreste passare da un distributore automatico che vende magliette a un costo meno di una tazzina di caffè? È impossibile resistere, non è vero? Per quanto mi riguarda, riuscirei a malapena a tenermi. Ma se sapeste le condizioni in cui tutti questi vestiti sono stati fatti cosa fareste?

Per aiutarvi a rispondere a questa domanda vediamo una campagna di sensibilizzazione che si è tenuta dalla Fashion Revolution in collaborazione con BBDO Berlino per aumentare l’awareness del costo reale di vestiti a prezzi supereconomici.

Un distributore automatico è stato posto nel centro di Alexanderplatz a Berlino, dove ai non sospetti passanti è stato offerto di acquistare t-shirt a soli 2€. Pensateci.

Fashion Revolution (via)
Fashion Revolution (via)

Dopo aver inserito la moneta per pagare del capo scelto, il display riproduceva automaticamente un video mostrando le terribili condizioni di lavoro su fabbriche tessili dove donne e bambini sono costretti a lavorare per 16 ore al giorno per soli 13 centesimi per ora. Il video è accompagnato da una scritta: “Avete ancora voglia di acquistare questa maglietta per 2€?» e dopo pochi secondi appaiono sullo schermo le due opzioni per “acquistare o donare.”

Fashion Revolution (via)
Fashion Revolution (via)
Fashion Revolution (via)
Fashion Revolution (via)
Fashion Revolution (via)
Fashion Revolution (via)

Non è sorprendente che circa il 90 % dei passanti hanno deciso di rifiutare l’acquisto. Loro invece hanno preferito di donare.

Fashion Revolution (via)
Fashion Revolution (via)

Il video si conclude con il messaggio: “Le persone si preoccupano, quando sanno” (dall’inglese “People care when they know”) incoraggiando così le persone a essere più socialmente attive e fare che i brand si assumano la responsabilità delle loro azioni.

E voi, cosa vorreste fare?

Guardate il video:

(via)

Altre campagne di sensibilizzazione

Altro su fashion

Altro su Ambient Marketing

I farmacisti offrono più di un semplice aiuto con i farmaci.

L’associazione dei farmacisti dell’Ontario in Canada ha lanciato la campagna pubblicitaria chiamata “I farmacisti offrono di più” (dall’inglese “Pharmacists offer more“ ) per promuovere e diffondere la consapevolezza della diversità dei loro servizi.

La maggior parte della gente pensa che i farmacisti dispensino solo pillole. In realtà si occupano di molte più cose, ad esempio offrono una larga gamma di servizi sanitari affinchè che la gente sia più consapevole ed ottenga sostegno per migliorare la propria salute e benessere.

(via)

I farmacisti sono sempre pronti a rispondere alle vostre domande e a consigliarvi circa il giusto trattamento quotidiano, possono essere consultati sulle prescrizioni mediche e rinnovarle se necessario, consigliarvi su prodotti naturali per la salute e su dispositivi medici.

Per aiutarvi a conoscere informazioni specifiche come le malattie cardiache o diabete, la farmacia offre anche speciali giorni clinici (clinic days) nei quali si concentrano attività di formazione o di valutazione del rischio. Se è clinicamente appropriato, il farmacista può scegliere di cambiare la dose, la frequenza o la via di somministrazione della prescrizione per soddisfare al meglio le vostre esigenze di assistenza sanitaria. Alcune farmacie offrono il servizio di consegna a domicilio di farmaci ai pazienti che vivono in zona.

Per aiutare le persone a capire meglio ciò che i farmacisti possono davvero fare è stato realizzato un muro speciale con una serie di pacchetti blister riempiti con magneti a forma di pillola presso il Toronto Eaton Centre.

(via)

La campagna si prefigge l’obiettivo di sensibilizzare le persone alla conoscenza di come i farmacisti possono aiutare in modo interattivo. Ogni confezione contiene diversi messaggi come ” posso darvi la vaccinazione antinfluenzale“, “ posso aiutare a gestire il diabete ” e ” posso aiutare a smettere di fumare ” (dall’inglese – “I can give you your flu shot,” “I can help you manage your diabetes” and “I can help you quit smoking”). L’unica cosa che serve fare è prendere il pacchetto e chiedere ai farmacisti di fornire le informazioni necessarie.

I farmacisti offrono di più (via)
I farmacisti offrono di più (via)

La campagna è stata sviluppata dall’agenzia pubblicitaria Cossette Vancouver e conteneva annunci online, cartelloni pubblicitari, radio spot e annunci stampa a Toronto, Ottawa e molte altre città dell’Ontario.

A mio parere la campagna è in grado di riscontrare una risposta positiva nell’intento di far capire che i farmacisti offrono più che solo pillole. 🙂

Altro sull’ambient marketing

Altro su pubblicità su stampa

Altro su pubblicità sociale

Campagna della sensibilizzazione contro le molestie sul luogo di lavoro.

Il Ministero del Lavoro del Brasile ha lanciato una forte campagna pubblicitaria su stampa per combattere le molestie sul lavoro.

Il luogo di lavoro è uno dei più importanti spazi sociali dove le persone spendono molto tempo. È importante che le aziende creino un ambiente di lavoro accogliente affinchè i dipendenti siano più sereni e allo stesso tempo efficaci e produttivi.

Un posto di lavoro positivo è caratterizzato da un maggiore impegno da parte dei dipendenti; crea inoltre una cultura aziendale che permea la struttura e incoraggia l’innovazione oltre che la creatività. I dipendenti incoraggiati dall’ impresa stessa sono considerati più motivati e fedeli in lavoro.

Alcune persone possono soffrire maggiormente lo stress, l’ansia, la depressione e altri gravi problemi psicologici che li fanno sentire infelici e fanno loro odiare anche il pensiero di recarsi a lavoro perdendo fiducia in tutto. Tutte queste cose influenzano naturalmente anche la produttività del lavoro. Le persone commettono errori a causa della mancanza di concentrazione e motivazione.

Il Ministero del Lavoro in Brasile, in collaborazione con l’agenzia pubblicitaria brasiliana Escala, ha creato una serie di annunci su stampa che mirano a prevenire l’insorgere di un ambiente di lavoro negativo. La campagna si concentra anche sulla capacità di attrarre l’interesse dell’opinione pubblica sul problema.

Organogram 1 (via)
Organogram 2 (via)

In tutti i cartelloni pubblicitari viene mostrato lo spazio lavorativo con un datore di lavoro e i propri dipendenti, accompagnati da messaggi forti. Ci sono diversi tipologie di molestie morali che possono verificarsi sul luogo di lavoro come l’isolamento, le minacce, la minimizzazione del potenziale dei dipendenti e le offese, il tutto facendo uso di soprannomi forti come porta, valigetta, balena, tartaruga, asino e clown.

Organogram 3 (via)
Organogram 4 (via)

Alla fine di ogni poster è possibile visualizzare un messaggio “se il vostro capo rispetta solo l’ organigramma, segnalatelo ” (dall’inglese “if your boss only respects the organogram, report it”).

Ciò significa che se il vostro capo vi molesta o vi deride, dice cose sgradevoli sul vostro conto o arriva addirittura a fare uso di violenza fisica, dovete difendere i vostri diritti e contattare immediatamente un avvocato esperto in tematiche sul lavoro. Quest’ultimo potrà aiutarvi a capire più a fondo la legge e far valere i vostri diritti in tribunale se necessario.

Altro su pubblicità sociale

Altro su pubblicità su stampa

Smaltire lo spuntino.

La Fondazione Indipendente per la salute  assieme all’Università di Buffalo, Stati Uniti, ha introdotto una divertente campagna di Ambient Marketing per incoraggiare gli studenti a scegliere snack salutari dal distributore automatico. Qualora preferiscano prodotti non salutari, devono smaltire lo snack.

L’iniziativa è stata lanciata dall’università di Buffalo per convincere gli studenti a cominciare a pensare a delle scelte salutari mentre decidono lo spuntino alla macchinetta del campus. Per promuovere questa campagna di sensibilizzazione è stato installato un distributore automatico all’interno della Knox Lecture Hall dell’università e accese delle telecamere nascoste nelle vicinanze per monitorare le reazioni.

(via)

(via)

(via)

Nel primo video alcuni studenti rimangono basiti nell’interagire con un distributore automatico parlante che chiede loro di fare salti a gambe divaricate, corsa sul posto con le mani in alto e piegamenti sulle braccia a terra davanti al distributore prima di ottenere il meritato snack. Nel secondo, agli studenti viene chiesto di leggere gli ingredienti contenuti nei loro snack affinchè possano comprendere se siano o meno salutari. Nel terzo, gli studenti devono fare una promessa: mangiare in modo più salutare.

Tutti i video si chiudono con un messaggio speciale di avviso della salute: nel primo – 2 minuti per mangiare. 20 minuti per smaltire (dall’inglese – “2 minutes to eat. 20 minutes to work off”), nel secondo – più sillabe = meno nutrizione (“More syllables=less nutrition”) e nel terzo –Mostrarsi come avere della spazzatura dentro. Sentirsi come avere della spazzatura dentro (“Looks like junk inside. Feels like junk inside”). Questi motti dovrebbero rendere le persone più consapevoli di quello che mangiano.

Quando si compra del cibo oppure si cucina a casa è necessario sapere quali ingredienti sono contenuti nei prodotti. Per aiutare ad identificare il cibo salutare, potrete visitare il sito web della Fondazione Indipendente della salute (Independent Health Foundation) dove potrete trovare vari suggerimenti con le ricette per fare una scelte salutari consapevoli .

La buona alimentazione è parte importante di uno stile di vita salutare. Un cibo ricco di vitamine e minerali forniscono l’energia per mantenersi sani, attivi e forti. Se seguite una dieta bilanciata si potrà ridurre fortemente il rischio di varie malattie, come obesità, diabete, malattie cardiache, ecc.

È necessario così dare la giusta informazione alle persone riguardante una corretta nutrizione salutare fin da giovani per aiutarli ad essere sani per tutta la vita.

Altro sull’alimentazione sana

Altro sull’ambient marketing