Il primo Instagram Jigsaw Puzzle dal Toronto Silent Film Festival.

Riuscite a risolvere Instagram Jigsaw Puzzle? 😉

Probabilmente lo sapete che Instagram (Il nome deriva dall’unione tra “instant camera” e “telegram”) è il primo social network mobile basato sull’immagine che ha ricevuto il suo primo milione di utenti a soli 2 mesi dal suo lancio e continua a crescere da allora.

È stato fondato da Kevin Systrom e Mike Krieger nel mese di ottobre del 2010, entrambi laureati presso la Stanford University, ed è stato poi acquisito da Facebook nel mese di aprile 2012. Instagram è stato progettato principalmente per scattare e condividere foto con gli amici dal proprio dispositivo mobile on-the-go e continua a crescere ed evolvere come una piattaforma, utilizzando tutti i nuovi strumenti e funzioni per schedulare i post, editing, gestione dei contenuti, l’aggiunta di annunci e-commerce e così via, che vi aiuterà a promuovere il vostro brand in modo efficace e connettervi con il pubblico di riferimento.

Secondo Instagram, la piattaforma social ha ora più di 500 milioni di utenti attivi al mese e più di 300 dei quali utilizzano Instagram ogni singolo giorno. Non c’è dunque da stupidirsi se i brand stanno saltando sempre di più a bordo di Instagram.

Tra le numerose piattaforme di social media, Instagram presenta una grande opportunità per i brand di interagire con il loro target e raccontare la loro storia in un contesto visivo. La piattaforma è ideale per la dimostrazione di prodotti e servizi in azione, la pubblicazione di un teaser o anticipazioni sul nuovi prodotti o servizi del vostro brand prima del lancio ufficiale, mostrare fotografie o video del dietro le quinte per far vedere ai vostri utenti come i prodotti sono realizzati, creazione di offerte speciali sui vostri prodotti o servizi o l’esecuzione di concorsi regolari per guidare l’engagement.

Inoltre, potete anche far sentire gli utenti di Instagram più connessi con il vostro brand, incoraggiandoli a condividere la loro esperienza con il prodotto o servizi attraverso degli hashtag brandizzati e la condivisione di queste foto sul proprio profilo. Vi aiuta a creare un legame emotivo con gli utenti che si convertono da semplici visitatori a clienti fedeli.

TSFF 2017 Instagram Jigsaw Puzzle (via)

Ecco un esempio di campagna Instagram per ispirarvi.

Per attirare l’attenzione al suo prossimo film festival, il Toronto Silent Film Festival assieme all’agenzia pubblicitaria Red Lion Canada, hanno creato il primo gioco di puzzle su Instagram chiamato “Instagram Jigsaw Puzzle” usando la nuova funzione “Salva” di Instagram.

Quest’anno il Toronto Silent Film Festival focalizza sui film nuovamente restaurati, alcuni dei quali sono in corso di riproduzione per la prima volta in quasi un secolo. Quindi, per far vivere ai fan l’emozione di ripristino di un film perduto, il Toronto Film Festival e Red Lion hanno messo a punto l’Instagram Jigsaw Puzzle, un gioco che incoraggia gli utenti a mettere insieme le immagini da vecchi film. Può sembrare facile, ma con i 21 pezzi e così tante possibilità il puzzle diventa più complesso e stimolante.

TSFF 2017 Instagram Jigsaw Puzzle (via)

Per portare questa idea in vita l’agenzia ha creato un account Instagram (@ TSFF2017_puzzle) riempito con pezzi di puzzle criptati. Per risolvere il puzzle gli utenti devono cercare e salvare ogni pezzo nell’ordine corretto utilizzando la nuova funzione di Instagram ‘Salva’. Una volta che fatto questo, il puzzle verrà visualizzato nel loro feed “salvato” personale. Le prime sette persone che inviano uno screenshot del loro puzzle completato otterranno un premio dal festival.

Allora, siete pronti per risolvere il puzzle? 😉

(via)

Altro sulle campagne Instagram

Altro su Social Media

KLM serve il Bonding buffet per connettere le persone a Natale.

Un altro brillante esempio di campagna festiva 2016, della quale non vedo l’ora di parlarvi, si chiama “Bonding Buffet” ospitato da KLM Royal Dutch Airlines che mira a unire le persone a Natale. Grazie mille alla mia amica Sabrina, che è anche una blogger meravigliosa, per avermi conoscere questa campagna.

La stagione festiva è un momento di gioia e festa, per trascorrere tempo con coloro che amiamo, ma cosa succede se siete soli in aeroporto?

Gli aeroporti a Natale possono essere molto caotici e affollati perché la gente ha tanta voglia di tornare a casa per le feste, ma molta gente però passa il proprio tempo di trasferimento da sola – spesso leggendo un libro, controllando i cellulari, o navigando sul web tramite Wi-Fi dell’aeroporto per ammazzare il tempo.

KLM: the ‘Bonding Buffet’ (via)

Così, la compagnia aerea KLM ha deciso di fare qualcosa di straordinario per portare la gente a sentire il Natale, riunendola nell’attesa dell’imbarco in aeroporto Schiphol di Amsterdam. Dunque, è nata l’idea di organizzare il “Bonding Buffet.”

In particolare, KLM, insieme con l’agenzia pubblicitaria DDB Tribal & Amsterdam hanno installato in aeroporto un grande tavolo che servirà una cena natalizia a 4,5 metri di altezza. Ben presto i passeggeri si rendono conto di che cosa devono fare per farla scendere ad altezza d’uomo. Quando tutti gli sgabelli, dotati di un sensore di pressione sono stati occupati, la tavola si abbassa completamente, permettendo così la gente di iniziare la cena.

Il risultato è che tante persone di diverse nazionalità unite tra loro sul tavolo si sono divertite e scattato i selfie.

(via)

Trovo questa iniziativa molto bella. Che cosa c’è di meglio che trascorrere del tempo insieme consumando un pasto? E voi che ne pensate? 😉

Buone Feste!⛄️🎄🎁🎉🍾

Altro sugli spot natalizi

Altro sulle campagne di Ambient Marketing

Van Gogh Bnb: il segreto della campagna di successo.

La campagna pubblicitaria che ha attirato la mia attenzione questa settimana si chiama il “Van Gogh Bnb,” un progetto creato per suscitare l’interesse di pubblico nella “Van Gogh’s Bedrooms,” una mostra temporanea tenuta presso l’Art Institute di Chicago, in collaborazione con Airbnb! Questa campagna ha vinto quattro Ori ai CLIO Awards 2016 e tre Leoni d’Oro alla 63° edizione del Cannes Lions, il Festival Internazionale della Creatività! Non male, vero? Vediamola in azione!

“La camera da letto,” viene chiamata anche “La camera ad Arles’  ed è considerata una delle opere più conosciute in tutto il mondo del pittore olandese Vincent Van Gogh. È stata dipinta in tre versioni realizzate dall’artista tra il 1888 e il 1889: una è esposta al Museo Van Gogh di Amsterdam, l’altra al Museo d’Orsay di Parigi e l’ultima all’Art Institute of Chicago. La mostra “Van Gogh’s Bedrooms” tenuta  a Chicago riunisce per la prima volta tutte e tre versione della stanza di Van Gogh in Nord America.

van-gogh-bnb-2
Van Gogh Bnb (via)

L‘Art Institute di Chicago, in collaborazione con l’agenzia Leo Burnett e Airbnb, ha deciso di ricreare il celebre dipinto proponendo una soluzione davvero originale per invogliare le persone ad avvicinarsi all’artista! Invece di guardare semplicemente l’opera, sono stati invitati a trascorrere una notte nella famosa stanza di Van Gogh! Nell’annuncio si legge che “questa camera vi farà sentire come se foste dentro un dipinto. È decorata in stile post impressionista, con reminiscenze del Sud della Francia e dei tempi passati. I suoi arredi, i colori brillanti e l’artwork vi daranno un’esperienza unica nella vita.”

Ma non si sono fermati a questo. La cosa più incredibile che abbia mai sentito è che la camera era stata ospitata da Van Gogh stesso e si poteva prenderla in affitto su Airbnb a “un prezzo solo $10 a notte per il solo motivo,” spiegato dall’artista “che ho bisogno di comprare i colori per dipingere. Tuttavia, sarò felice di fornirvi i biglietti per la mia mostra presso l’Art Institute di Chicago.” Geniale, no?

Van Gogh Bnb
Van Gogh Bnb (via)

Il risultato è stato semplicemente sensazionale! Il primo blocco di notti è stato venduto in 5 minuti dopo che il progetto è stato lanciato. Durante una settimana la storia è stata diffusa dai media in oltre 100 paesi. La vendita dei biglietti online alla “Van Gogh’s Bedroom” è salita fino al 250% ed è stata la mostra più frequentata di 15 anni!

van-gogh-bnb-1
Van Gogh Bnb (via)

Inoltre, per “Van Gogh BnB,” Leo Burnett Chicago ha ricevuto un sacco di premi: sei Cannes Lions al Festival di Cannes 2016, tra cui uno Leone d’oro e due Leoni d’argento in Direct, due Leone d’oro e un Leone d’Argento nella categoria Promo ed Activation.

In più, l’agenzia ha portato a casa sei premi ai CLIO Awards 2016: quattro ori nei vari categorie tra cui Brand Design, Out of Home, Branded Entertainment and Engagement/Experiential, un argento nella categoria PR e un bronzo in Direct. La campagna ha riscosso un enorme successo!

A mio avviso, questo tipo di campagna dimostra di quanto il marketing esperienziale e lo storytelling siano i strumenti potenti orientate alla creazione di un coinvolgimento emozionale con il consumatore. Che ne pensate voi? 😉

Altro su Ambient Marketing

Altro su Leo Burnett

Altro su AirBnb

Godetevi il vostro caffè mattutino mentre leggete un giornale.

Con Headline Coffee, la nuova subscription box dal Toronto Star, il più grande giornale del Canada, potrete ottenere un ottimo caffè direttamente a casa vostra. Ogni mese avete la possibilità di esplorare nuovi sapori di caffè provenienti da diverse parti del mondo. Ma non è fantastico!

Il trend dei subscription box o dei servizi in abbonamento è cresciuto rapidamente nel corso degli ultimi anni. Si può provare un’ampia gamma di prodotti nuovi, ce n’è per tutti i gusti: dai prodotti di bellezza e make up a dei prodotti alimentari (anche i cibi biologici) e al fai da te. Anche i giornali, come il New York Times e Wall Street Journal hanno entrambi i club del vino.

Per stare in un trend market, il Toronto Star a deciso di introdurre per la prima volta l’offerta Subscription, chiamata Headline Coffee che volta a fornire ai propri abbonati un’esperienza caffè unica, offrendo loro un pacco di caffè di alta qualità, garantito e certificato da Fairtrade, che ogni mese viene recapitato direttamente a casa vostra a soli 20 dollari canadesi (circa 14 euro). 📰☕️🗞

 

headline-coffee
Headline Coffee & Toronto Star (via)

Per di più, ogni mese potrete scoprire un nuovo gusto, leggere la storia che c’è dietro ogni chicco del vostro caffè con tutti i consigli e trucchi per la preparazione perfetta. Sarebbe un’ottima idea per abbonarsi ora per scoprire il gusto del mese di Ottobre, che viene dalla provincia indonesiana di North Sumatra. Spero che vi piacerà il sapore piacevolmente piccante con note finali di erbe aromatiche! ☕️☕️🍮☕️

Headline Coffee: il gusto del mese di Ottobre (via)

Headline Coffee è ora disponibile solo in Ontario, Canada. Non perdete l’occasione di provarlo! 😉

Altro su caffè

Niente più scuse! La palestra è ovunque!

Voi spesso trovate le scuse solo per non allenarvi. Che si tratti di mancanza di tempo o di denaro oppure semplicemente perdita interesse o motivazione. Ma le vostre scuse non sono più validi ! Un famoso marchio sportivo Reebok ha deciso di ricordarvi che non c’è bisogno di essere sempre all’interno di una palestra per un buon allenamento perché la palestra è ovunque!

L’estate è il periodo perfetto per essere attivi e trascorrere del tempo all’aperto. Allora perché non prendere la vostra routine di fitness al livello successivo e spostare il vosto l’allenamento fuori dalla palestra? Le ricerche hanno dimostrato che il workout all’aperto non solo è ottimo per mantenervi in buona forma ma anche vi permette di bruciare tantissime calorie, tonificare i muscoli e aumentare il vostro umore e la salute mentre state godendo il sole, i dintorni e l’aria fresca!

Ci sono tante esercizi che si possono fare senza spendere ore in palestra che siano semplici passeggiate, jogging o trekking e nuoto. Sono facili, efficaci e in più vi fanno risparmiare bei soldi. Alcuni parchi hanno anche gli impianti sportivi che sono accessibili tutto l’anno e sono liberi al pubblico!

Reebok The Gym Is Everywhere
Reebok The Gym Is Everywhere (via)

Certo, queste tutte sono cose buone. MA! Avete mai pensato di fare esercizi alla fermata dell’autobus mentre state aspettando l’autobus per arrivare? Sembra incredibile, giusto!

Per rendere questa idea realtà Reebok ha collaborato con JCDecaux, società leader della pubblicità esterna in tutto il mondo. In particolare, a Bogotá e Cali in Colombia ci sono state trasformati sei pensiline nelle mini palestre. Le persone sono stati invitati a partecipare alla sessione di training e fare step-up, push-up, squat con l’aiuto dei personal trainer. Sembra geniale!

Questa iniziativa fa parte della campagna pubblicitaria di Reebok ‘The Gym Is Everywhere’ (in it. “La palestra è ovunque”) e conferma che workout all’aperto possono essere anche efficaci e divertenti. Tutto ciò che vi serve è una fonte d’ispirazione per mantenersi in forma. Potete fare l’allenamento quando volete! La palestra è ovunque!

Buona visione! Vedete per credere! 🙂

(via)

Altro sulle campagne di Ambient Marketing

Altro su Reebok

Quanto bene sapete chi vive alla porta accanto?

Credo che molti di voi sappiano molto poco dei vostri vicini di casa. A volte diciamo raramente “Ciao” e non sappiamo nemmeno i loro nomi. La gente ormai rivolge lo sguardo in basso verso un cellulare piuttosto che parla tra di loro. E così è nata l’idea di “The Nextdoor Hello.” Tutto inizia con un Nescafé!

A volte le persone vicine sono quelle più lontane.

Tutto ciò che serve è la possibilità di avvicinarle.

Nescafé

Nescafé. The Next-door Hello (via)
Nescafé. The Next-door Hello (via)

Il famoso brand di caffè ha recentemente lanciato “The Nextdoor Hello,” un esperimento sociale, ideato dall’agenzia pubblicitaria Publicis Italia per incoraggiare la gente ad “accorciare le distanze con chi vi è vicino” – i vostri vicini di casa.

I protagonisti dell’esperimento sono stati non sospetti niente i residenti di un condominio di Milano. L’idea era questa: durante la notte sono stati installati dei tavoli sui balconi. Quando la mattina dopo i residenti sono andati sui loro balconi sono rimasti molto colpiti da ciò che hanno visto sul tavolo: le due tazze rosse, un barattolo di Nescafé e un bollitore d’acqua calda che aspettavano loro.

Come ben sappiamo, i migliori conoscenze nascono spesso davanti a una tazza di caffè! Senza pensarci due volte la gente è iniziata a chattare e anche fare selfie!

Questa campagna ha dimostrato che il caffè non è infatti solo una bevanda, ma molto di più! A volte tutto ciò che dobbiamo fare è prendere l’iniziativa e fare il primo passo per avvicinare le persone.

Guardate il video e condividete la vostra opinione. 🙂

(via)

Altro sulle campagne di Ambient Marketing

Altro su Caffè

Un’Intelligente strategia per incoraggiare le persone a uscire dal freddo e incontrare l’estate.

Un’altra grande campagna di ambient marketing che ha suscitato il mio interesse si è tenuta un paio di settimane fa a New York dai Greater Palm Springs e JetBlue per promuovere il nuovo servizio non-stop della compagnia aerea JetBlue da New York verso Palm Springs, in California, e per aiutare i newyorkesi a trovare un’oasi nel caldo dell’estate! Se siete interessati, continuate a leggere!

È comunemente noto che la gente ama le sfide e vincere premi gratis. Senza pensarci due volte la Greater Palm Springs Convention & Visitors Bureau e Jet Blue hanno dato a loro questa opportunità! Grazie alla collaborazione con l’agenzia Ignited, Stati Uniti d’America, i newyorkesi sono stati invitati a partecipare alla “Sfida del cubo di ghiaccio.“

Enormi blocchi di ghiaccio sono stati fissati nel centro di New York per sfidare i passanti per rompere il ghiaccio del freddo e arrivare a un’oasi sotto il sole caldo. Per rendere questa iniziativa ancora più allettante, una gamma di articoli estivi, come le infradito, racchette da tennis e così via, è stata congelata in questi blocchi di ghiaccio. Invece i biglietti aerei JetBlue per Palm Springs con alloggio sono stati il premio principale, come è stato detto sul sito web di Ignited. Ma non è stupendo? 😉

(via)

A mio avviso, questa campagna ha rivelato un modo brillante per promuovere le destinazioni di viaggio estive! E voi che ne pensate? 😉

Altro su Ambient Marketing

Fiat Chrysler appare nella campagna pubblicitaria dedicata al tema di “Star Wars.”

La campagna prevede una serie di spot televisivi con cinque marchi di Fiat Chrysler per co-promuovere il tanto atteso di “Star Wars: Il risveglio della Forza.”

In occasione dell’uscita “Star Wars: Episodio VII” il Gruppo Fiat-Chrysler  (FCA) in collaborazione con Lucasfilm e la Disney ha lanciato la sua nuova campagna co-branding con i Chrysler, Dodge, Fiat, Ram e Jeep brand nei spot di 30 secondi.

Ogni spot vi porta nell’universo di Star Wars e con musica, voce fuori campo e personaggi principali del film. Per esempio, lo spot Chrysler vi fa tornare agli anni ’70 quando fu “la prima volta che avete visto Star Wars,” Jeep mostra alcune scene di combattimento spaziale tra l’alleanza dei ribelli, come X-Wing Fighters e le forze imperiali, come Star Destroyer, o Tie Fighters e dà l’opportunità di “Godere la libertà di andare lontano, molto lontano,” e nella pubblicità della Fiat vedete “Alcuni sono sedotti dal Lato Oscuro. Altri sono attratti dalla luce.”

Star Wars: The Force Awakens (via)
Star Wars: Il risveglio della Forza (via)

Quando si tratta di Dodge, potete vedere l’esercito di veicoli Dodge bianchi nel ruolo di Stormtroopers, mentre la Dodge nera è per Darth Fener, accompagnati dalla musica del’Imperial March dai film. Lo spot finale di Ram Trucks ci fornisce la Forza che ci riempie con la potenza. Ogni spot si conclude con il tag “Vedete Star Wars: Il risveglio della Forza il 18 dicembre” per ricordarvi del rilascio ufficiale negli Stati Uniti.

Per quanto mi riguarda, questi spot sono i migliori spot che abbia mai visto. Ben fatto! Guardate gli spot e condividete le vostre opinioni dopo averli visto! 🙂

 

(via)

Altro su Guerre Stellari

Altro su spot pubblicitari

La Coop ha aperto il Coffee Shop Segreto per stupire gli amanti del caffè.

Un progetto interessante si è tenuto quest’autunno da Coop Norvegia per aumentare l’awareness tra norvegesi e per far loro assaggiare il suo caffè.

A settembre a Grünerløkka, quartiere alla moda di Oslo dove si può trovare un bar ad ogni angolo, è spuntato un nuovo coffee shop chiamato “il Coffee Shop Segreto.“ Questo negozio di caffè ha avuto un enorme successo in poco tempo da quando è stato aperto. Intrigante, vero?

The Secret Coffee Shop (via)
The Secret Coffee Shop (via)

Durante le prime settimane lo hanno visitato circa 4.000 persone. Alla gente è piaciuto il caffè con il suo aroma delicato e di gusto, e hanno scoperto una qualità davvero buona. Il Coffee shop segreto è diventato popolare anche nei Social Media. La gente faceva selfie, metteva “Mi piace” e faceva lo sharing, bloggava e commentava questo caffè così delizioso e dall’ambiente piacevole. Ma nessuno sapeva che realmente stava dietro il Coffee shop segreto.

La gente è stata sorpresa quando ha saputo che il caffè servito in questo coffe shop era lo stesso che potrebbero acquistare in tutti i negozi Coop in Norvegia. Dopo quattro settimane la Coop ha rivelato che ‘ogni latte, cappuccino e caffè espresso‘ sono stati prodotti utilizzando i chicchi di caffè del brand Coop.

The Secret Coffee Shop (via)
The Secret Coffee Shop (via)
The Secret Coffee Shop (via)
The Secret Coffee Shop (via)

Questo caso ha ottenuto enorme attenzione e interesse per il loro marchio di caffè in tutta la Scandinavia e conferma l’idea che si può prendere un buon caffè non solo in un caffè bar scoscese con prezzi vertiginosi. Potrete effettivamente acquistarlo presso il negozio di alimentari Coop.

(via)

Lo trovo fantastico! E voi cosa ne pensate? 🙂

Altro su Ambient Marketing

Guidiamo il calcio!

Quando si parla di innovazione nel settore automobilistico Nissan ha sempre avuto una posizione di leadership. Che ne dite della sua ultima conquista tecnologica che permette di controllare una partita di calcio con un’auto?

Siccomè Nissan è lo sponsor automobilistico ufficiale della Supercoppa UEFA e della UEFA Champions League l’idea di lanciare un progetto concentrato sul calcio è ovvio.

Basandosi della loro mission di guidare il calcio il brand ha creato il “Project Controller “, che è “una spedizione interattiva per trasformare una Nissan Qashqai in un controller per giocare a Pro Evolution Soccer e guidare il calcio,” in altre parole permette ai gamer di controllare i giocatori nel Pro Evolution 2016 gioco di calcio (PES 2016) su una Sony PlayStation guidando un crossover Qashqai. È il primo automobile controller del videogioco al mondo!

Il loro sito suggerisce:

“Mentre leggete questo, il nostro team di ingegneri, gamer e designer UX stanno esplorando le diverse possibilità per collegare l’interfaccia di guida Nissan a quella di Sony PlayStation per creare un nuovo modo per controllare il Pro Evolution Soccer 2016.”

Project Controller: Driving Football (via)
Project Controller: Driving Football (via)

Come funziona:

Il gamer si siede sul sedile di guida e può gestire i giocatori tramite uno schermo TV in PES 2016 videogiocho. Per passare una palla o fare un gol i gamer devono premere il pedale del freno o del gas. Possono anche controllare i giocatori con un volante e gli interruttori dei tergicristalli e gli indicatori di direzione.

Project Controller: Driving Football (via)
Project Controller: Driving Football (via)

Per testare il primo prototipo sono stati inviatati dei influenzatori di gioco, leader a livello mondiale, come blogger, vlogger, critici e gamer.

(via)

Il Project Controller è stato creato da Nissan assieme con l’agenzia TBWA, Helsinki e in collaborazione con la UEFA, Sony PlayStation e Konami. Il suo debutto è previsto il 25 novembre in occasione della partita di UEFA Champions League tra Malmö FF e Paris Saint-Germain al Malmö New Stadium, Svezia.

IMG_3648
Project Controller: Driving Football (via)

Per quanto mi riguarda trovo questa innovazione brillante. Il brand è riuscito a combinare la tecnologia, il gioco e il calcio con la guida di una vera macchina! Si adatta perfettamente con la sua filosofia “innovazione che sa emozionare ” (dall’inglese ‘Innovation That Excites’). Volete testarlo?

Altro sull’innovazione

Altro su tecnologia

Altro su auto

Altro su Ambient Marketing