Lexus introduce “Lane Valet” nel suo nuovo spot.

Navigando sul web mi sono imbatutta in un insolito spot televisivo creato dall’agenzia pubblicitaria Team One Stati Uniti per il Lexus LC 2018 che evidenzia la nuova innovazione di Lexus chiamata “Lane Valet,” che ogni conducente apprezzerà. Ma non tutto è come sembra. Continuate a leggere per scoprire di più.

Pensare fuori dagli schemi è sempre stato nel DNA di Lexus. Il produttore di automobili di lusso non smette mai di stupirmi per l’infinita creatività, la passione per l’innovazione e la tecnologia avanzata. Lexus sa che quando si prende la tecnologia e la mescola con la creatività, si può sempre trovare qualcosa di nuovo. Questa volta Lexus introduce l’ultimissima e incredibile invenzione denominataLane Valet,” che può portare l’esperienza di guida ad un livello completamente nuovo migliorando sia il flusso di traffico che la sicurezza su strada.

Lexus: The Lane Valet
Lexus: The Lane Valet

Nello spot il voice over di Lexus ci incoraggia a “immaginare un mondo con Lane Valet, una tecnologia semi-autonoma che possa collegare i veicoli della corsia di sinistra che ostacolano il flusso del traffico e fare una cortesia ai conducenti spostando i veicoli al loro posto, rendendo così l’autostrada più sicura per tutti.’

Infatti, lo spot mostra un uomo nella corsia di sinistra che guida sull’autostrada nel suo Lexus LC rosso; trova davanti a sè un’auto troppo lenta. Per fortuna con una semplice pressione del pulsante “Lane Valet” sulla dashboard della sua auto, il veicolo d’intralcio è fuori dal suo cammino. Pensate che sia vero, giusto?

Ma Lane Valet non è un’optional reale. È stato realizzato come scherzo per il Pesce d’Aprile! Tuttavia, non potevo perdere questo spot perché è semplicemente geniale! Ci permette di “sperimentare il pensiero visionario a piena velocità” e le “Esperienze incredibili” (dall’inglese “Experience Amazing”).

Guardate il video e condividete la vostra opinione 🙂

(via)

Altro su Lexus

Altro su auto

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalvaSalvaSalva

SalvaSalva

Il primo Instagram Jigsaw Puzzle dal Toronto Silent Film Festival.

Riuscite a risolvere Instagram Jigsaw Puzzle? 😉

Probabilmente lo sapete che Instagram (Il nome deriva dall’unione tra “instant camera” e “telegram”) è il primo social network mobile basato sull’immagine che ha ricevuto il suo primo milione di utenti a soli 2 mesi dal suo lancio e continua a crescere da allora.

È stato fondato da Kevin Systrom e Mike Krieger nel mese di ottobre del 2010, entrambi laureati presso la Stanford University, ed è stato poi acquisito da Facebook nel mese di aprile 2012. Instagram è stato progettato principalmente per scattare e condividere foto con gli amici dal proprio dispositivo mobile on-the-go e continua a crescere ed evolvere come una piattaforma, utilizzando tutti i nuovi strumenti e funzioni per schedulare i post, editing, gestione dei contenuti, l’aggiunta di annunci e-commerce e così via, che vi aiuterà a promuovere il vostro brand in modo efficace e connettervi con il pubblico di riferimento.

Secondo Instagram, la piattaforma social ha ora più di 500 milioni di utenti attivi al mese e più di 300 dei quali utilizzano Instagram ogni singolo giorno. Non c’è dunque da stupidirsi se i brand stanno saltando sempre di più a bordo di Instagram.

Tra le numerose piattaforme di social media, Instagram presenta una grande opportunità per i brand di interagire con il loro target e raccontare la loro storia in un contesto visivo. La piattaforma è ideale per la dimostrazione di prodotti e servizi in azione, la pubblicazione di un teaser o anticipazioni sul nuovi prodotti o servizi del vostro brand prima del lancio ufficiale, mostrare fotografie o video del dietro le quinte per far vedere ai vostri utenti come i prodotti sono realizzati, creazione di offerte speciali sui vostri prodotti o servizi o l’esecuzione di concorsi regolari per guidare l’engagement.

Inoltre, potete anche far sentire gli utenti di Instagram più connessi con il vostro brand, incoraggiandoli a condividere la loro esperienza con il prodotto o servizi attraverso degli hashtag brandizzati e la condivisione di queste foto sul proprio profilo. Vi aiuta a creare un legame emotivo con gli utenti che si convertono da semplici visitatori a clienti fedeli.

TSFF 2017 Instagram Jigsaw Puzzle (via)

Ecco un esempio di campagna Instagram per ispirarvi.

Per attirare l’attenzione al suo prossimo film festival, il Toronto Silent Film Festival assieme all’agenzia pubblicitaria Red Lion Canada, hanno creato il primo gioco di puzzle su Instagram chiamato “Instagram Jigsaw Puzzle” usando la nuova funzione “Salva” di Instagram.

Quest’anno il Toronto Silent Film Festival focalizza sui film nuovamente restaurati, alcuni dei quali sono in corso di riproduzione per la prima volta in quasi un secolo. Quindi, per far vivere ai fan l’emozione di ripristino di un film perduto, il Toronto Film Festival e Red Lion hanno messo a punto l’Instagram Jigsaw Puzzle, un gioco che incoraggia gli utenti a mettere insieme le immagini da vecchi film. Può sembrare facile, ma con i 21 pezzi e così tante possibilità il puzzle diventa più complesso e stimolante.

TSFF 2017 Instagram Jigsaw Puzzle (via)

Per portare questa idea in vita l’agenzia ha creato un account Instagram (@ TSFF2017_puzzle) riempito con pezzi di puzzle criptati. Per risolvere il puzzle gli utenti devono cercare e salvare ogni pezzo nell’ordine corretto utilizzando la nuova funzione di Instagram ‘Salva’. Una volta che fatto questo, il puzzle verrà visualizzato nel loro feed “salvato” personale. Le prime sette persone che inviano uno screenshot del loro puzzle completato otterranno un premio dal festival.

Allora, siete pronti per risolvere il puzzle? 😉

(via)

Altro sulle campagne Instagram

Altro su Social Media

Tour n’ Cure ha lanciato la campagna #StopTheWait con il protagonista Lionel Messi.

Se siete alla ricerca di un interessante esempio di campagna di turismo medico, la campagna di Tour n’ Cure #StopTheWait sicuramente merita la vostra attenzione. #StopTheWait è un’iniziativa lanciata per eradicare l’epatite C in tutto il mondo. In collaborazione con Leo Messi, la stella del Barcellona e Global Ambassador di #TourNCure, la campagna ottiene sicuramente più risonanza. Continuate a leggere per scoprirne di più!

Il turismo medico ha guadagnato popolarità negli ultimi anni in modo tale che la gente decide di ottenere cure mediche all’estero come opzione alternativa per l’alta qualità e l’assistenza sanitaria a prezzi accessibili, e l’assenza di infinite liste di attesa. Si ha inoltre la possibilità di viaggiare all’estero.

Lo sviluppo di una strategia solida di marketing per aumentare la visibilità del brand e il coinvolgimento dei consumatori è di vitale importanza per qualsiasi azienda, e l’industria del turismo medico non fa eccezione. Tra numerose tecniche di marketing che possono essere utilizzate, il digital marketing è considerato come uno dei migliori e più efficaci strumenti per il turismo medico. Tale strumento permette di raggiungere meglio il target giusto con la comunicazione giusta e misurare l’efficacia diretta degli annunci pubblicitari. Aumenta le possibilità che la persona giusta veda il messaggio giusto al momento giusto. Si espande anche il vostro servizio al mercato regionale, nazionale ed internazionale.

Con gli strumenti di marketing digitale si può incoraggiare il pubblico di refirimento all call to action, visitare il vostro sito per avere maggiori informazioni sui vostri prodotti / servizi e fornire un feedback, e utilizzando gli share button sul vostro sito web o canali dei social media i visitatori possono condividere i contenuti abbastanza velocemente. È importante creare un contenuto potente che la gente può commentare e condividere online tutto il tempo.

Social media è anche un ottimo metodo che consente di connettersi con successo con il vostro target via e-mail, invitando le persone ad entrare nella vostra pagina di Facebook o community.

Tour n’ Cure #StopTheWait (via)

Ecco un esempio della campagna del digital marketing che è stata realizzata dall’agenzia BBDO Egitto in collaborazione con la Fondazione Leo Messi per iniziativa della Tour n’ Cure di Prime Pharma chiamata #StopTheWait mirata di guidare lo sforzo globale per sbarazzarsi dall’epatite C.

In particolare, lo spot si apre con la voiceover che, usando Messi come esempio, racconta tutte le cose che gli sono accadute negli ultimi due anni. Per questo periodo di tempo ha perso alcune finali e ha vinto un poì di più, ha segnato 120 gol con il supporto della sua squadra, ha viaggiato il mondo in 64 giorni, ha ricevuto un certo numeri di titoli, si è infortunato, curato e guarito, ma nel frattempo Melanie sta aspettando proprio come 100 milioni di persone come lei che sono costretti ad attendere più di due anni per iniziare il trattamento per l’epatite C.

Poi Messi appare nel video dicendo che “Tutto quello che ho raggiunto negli ultimi due anni non avrebbe senso se non siamo in grado insieme di cambiare la vita di Melanie e molti altri come lei. Nessuno dovrebbe aspettare per il trattamento. #StopTheWait. “ È essenziale che si debba agire come Messi!

Lo spot si conclude con la riga di testo: “Venite in Egitto per il trattamento a prezzi accessibili con lo zero tempo di attesa. Avviate il trattamento ora www.tourncure.com.

Se siete curiosi potete anche vedere la campagna sui canali social come Facebook, Twitter e Instagram.

Come dice il sito di Tour n’ Cure “Per ogni 1000 sostenitori alla causa #StopTheWait, Tour n ‘Cure fornira un trattamento gratuito per un paziente

(via)

A mio avviso, è una bellissima campagna con un messaggio forte. Mettiamoci una fine alle lunghe liste d’attesa di persone in attesa per il farmaco. #StopTheWait. “E voi, cosa ne pensate? 🙂

Altro su digital marketing

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

P&G ha lanciato la campagna digitale #WeSeeEqual legata alla Giornata internazionale della donna.

La nuova campagna pubblicitaria aziendale Procter and Gamble è stata creata a sostegno della parità di genere e dei diritti delle donne in quanto ‘parità di retribuzione, non importa chi lo richiede.’ (in engl. ‘Equal pay doesn’t care who demands it.’)

Il mondo dov’è presente la uguaglianza di genere è un mondo migliore per tutti. Attraverso le nostre azioni e le conversazioni che sosteniamo, aspiriamo a costruire un mondo migliore per tutti noi – dentro e fuori di P&G – privi di pregiudizi di genere e con pari rappresentanza e una voce uguale per uomini e donne. Un mondo in cui tutti si vedono uguali.

– Procter&Gamble

Lo spot mostra i clip di uomini e donne di tutte le età, compresi i neonati e bambini in situazioni che possono distruggere gli stereotipi di genere. Ad esempio, vediamo un clip di un papà che sta cambiando un pannolino, accompagnato dalla riga di testo “Ai pannolini non interessa chi li cambia” (‘Diapers don’t care who change them’), una giovane ragazza di una razza diversa seduta in classe di matematica con il testo “Alle equazioni non importa chi li risolve,” (‘Equations don’t care who solve them’) una donna anziana che fa un bangee jumping “Alle paure non interesse chi le supera” (‘Fears don’t care who conquer them‘) e così via. Lo spot si conclude con una scena in cui una donna incoraggia la sua più giovane collega a “farlo,” accompagnato dalla linea “Parità di retribuzione, non importa chi lo richiede.” (“Equal pay doesn’t care who demands it.”)

P&G #WeSeeEqual (via)

Lo spot firmato dall’agenzia pubblicitaria Badger & Winters, è impostato sulle note di un brano musicale “What’s Up” di 4 Non Blondes con il seguente testo “25 anni di vita e ancora sto cercando di risalire quel grande alto monte di speranza, per una destinazione. Me ne sono resa conto presto, appena ho dovuto, che il mondo è fatto da una grande fratellanza di uomini qualunque cosa voglia dire… E io prego ogni giorno per una rivoluzione” il che significa che tutte le donne e le ragazze meritano di essere trattate con rispetto e essere valorizzate.

(via)

Godetevi questo commovente spot e condividete la vostra opinione. 🙂

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

SalvaSalva

KLM serve il Bonding buffet per connettere le persone a Natale.

Un altro brillante esempio di campagna festiva 2016, della quale non vedo l’ora di parlarvi, si chiama “Bonding Buffet” ospitato da KLM Royal Dutch Airlines che mira a unire le persone a Natale. Grazie mille alla mia amica Sabrina, che è anche una blogger meravigliosa, per avermi conoscere questa campagna.

La stagione festiva è un momento di gioia e festa, per trascorrere tempo con coloro che amiamo, ma cosa succede se siete soli in aeroporto?

Gli aeroporti a Natale possono essere molto caotici e affollati perché la gente ha tanta voglia di tornare a casa per le feste, ma molta gente però passa il proprio tempo di trasferimento da sola – spesso leggendo un libro, controllando i cellulari, o navigando sul web tramite Wi-Fi dell’aeroporto per ammazzare il tempo.

KLM: the ‘Bonding Buffet’ (via)

Così, la compagnia aerea KLM ha deciso di fare qualcosa di straordinario per portare la gente a sentire il Natale, riunendola nell’attesa dell’imbarco in aeroporto Schiphol di Amsterdam. Dunque, è nata l’idea di organizzare il “Bonding Buffet.”

In particolare, KLM, insieme con l’agenzia pubblicitaria DDB Tribal & Amsterdam hanno installato in aeroporto un grande tavolo che servirà una cena natalizia a 4,5 metri di altezza. Ben presto i passeggeri si rendono conto di che cosa devono fare per farla scendere ad altezza d’uomo. Quando tutti gli sgabelli, dotati di un sensore di pressione sono stati occupati, la tavola si abbassa completamente, permettendo così la gente di iniziare la cena.

Il risultato è che tante persone di diverse nazionalità unite tra loro sul tavolo si sono divertite e scattato i selfie.

(via)

Trovo questa iniziativa molto bella. Che cosa c’è di meglio che trascorrere del tempo insieme consumando un pasto? E voi che ne pensate? 😉

Buone Feste!⛄️🎄🎁🎉🍾

Altro sugli spot natalizi

Altro sulle campagne di Ambient Marketing

La BMW ha lanciato ‘The Moving Billboard’ per rendere la vostra auto pronta per l’inverno!

Con l’inverno arriva il momento di preparare il vostro veicolo per guida invernale. Per aumentare l’awareness sui benefici dei pneumatici invernali, la BMW e l’AIR Brussels hanno creato ‘The Moving Billboard’ ovvero il cartellone stradale in movimento.

Il tempo invernale può essere imprevedibile e rendere la guida infida e stressante. Ghiaccio, neve, pioggia congelante e nebbia aumentano il rischio di incidenti stradali. Ecco dove i pneumatici invernali entrano in gioco.

Nella maggior parte dei paesi dell’UE, tra cui il Belgio, i pneumatici invernali per le autovetture non sono obbligatori. Tuttavia, gli esperti consigliano di cambiare i pneumatici estivi con quelli invernali. Quando la temperatura inferiore di 7° C, anche se non c’è neve, pneumatici estivi diventano meno efficienti e pneumatici invernali diventano più adatte alle condizioni invernali perché sono dotati della particolare miscela progettata per migliorare la trazione, la gestione e la frenata non solo sulla neve, fango e ghiaccio, ma anche sulle strade bagnate e congelate. 🚘 🌨🌧

bmw-the-moving-billboard
BMW: The Moving Billboard (via)

Per rivelare la differenza, la BMW in collaborazione con l’agenzia AIR Brussels hanno creato “The Moving Billboard,” un cartellone che parla dei vantaggi dei pneumatici invernali e anche li dimostra.

L’idea è la seguente: un cartellone stradale apparentemente normale è stato installato accanto ad una strada trafficata a Bruxelles, in modo che quando i conducenti si fermano davanti a un semaforo rosso, il cartellone improvvisamente inizia a muoversi all’indietro, mostrando il messaggio sullo schermo: “In inverno voi avreste solo fermato qui,“ che significa che la guida di una vettura con pneumatici invernali è meno rischiosa e lo spazio e il tempo di frenata sono più brevi.

(via)

Prendetevi cura di voi stessi e degli altri quando siete alla guida! Che ne dite di cambiare i pneumatici estivi per quelli invernali? 😉

Altro su auto

Altro sulla pubblicità esterna

TAKE5 barretta al cioccolato: il primo packaging suonabile.

Hershey, il famoso marchio dolciario ha recentemente lanciato il ‘Remixer,’ un packaging in edizione limitata per il suo snack dolce TAKE5 che permette di creare musica con nessun’app richiesta!

Probabilmente avete già notato che oggi il packaging interattivo (ovvero confezione interattiva) sta crescendo a ritmi vertiginosi. Ed è ovvio! Il packaging interattivo non si limita soltanto a delle immagini belle, ma è molto di più. Infatti, è un ottimo modo per distinguersi dalla massa di prodotti presenti sugli scaffali dei negozi e catturare l’attenzione della gente. Esso permette di rendere il prodotto più attraente, memorabile e utile!

Così, il colosso dolciario Hershey ha trovato un’idea brillante. Assieme all’agenzia Barkley, Stati Uniti, il marchio ha lanciato il “Remixer,” la prima confezione interattiva che si trasforma in un beatbox. Remixando i cinque sapori classici della sua barretta al cioccolato TAKE5 – cioccolato, caramello, pretzel, arachidi e burro d’arachidi – il brand sta anche “remixando” il modo in cui i loro consumatori possono acquisire un’esperienza musicale.

take5-remixer
TAKE5 Remixer (via)

Siete curiosi di sapere come funziona? Secondo il marchio, utilizzando l’inchiostro conduttivo e sensori tattili, il “Remixerdi TAKE5 permette di creare oltre 30.000 tracce musicali. Per di più, non vi serve neanche un’app. Ma non è geniale?!

Credo che, il “Remixer” di TAKE5 sia un esempio fantastico di come le marche possono utilizzare le nuove tecnologie per creare qualcosa di unico per fare la differenza.

Guardate il video e condividete la vostra opinione. 😉

(via)

Fonte: Hershey

Altro su packaging interattivo

Altro su tecnologia

Come migliorare la vostra postura in tempo reale

Microsoft, famosa azienda tecnologica americana, ha trovato un modo geniale per attirare l’attenzione della gente per la loro postura. Lo scanner della postura in tempo reale è stata la soluzione ideale! Si può vederlo a Stoccolma!

Più mobile gadget abbiamo più cerchiamo di portarli. Il fatto è che ci portiamo troppi dispositivi, come ad esempio i laptop ingombranti e pesanti su base giornaliera e anche loro portiamo in modo sbagliato che ci porta poi al mal di schiena e a torcicollo. Si tratta di un problema crescente che potrebbe anche essere chiamata una malattia endemica.

Ecco perché nel quartiere degli affari di Stoccolma, Microsoft con l’agenzia JWM hanno recentemente installato un cartellone digitale con uno scanner della postura in tempo reale e una fotocamera Kinect che automaticamente analizza e corretta la postura della gente. L’iniziativa è stata quella di indurre le persone a fermarsi e riflettere e dare loro i consigli e suggerimenti su come portare le loro borse in maniera corretta e leggera. In più, come opzione alternativa è possibile sostituire il vostro portatile con Microsoft Surface Pro 4 – un potente laptop e un tablet in un unico dispositivo versatile, con un peso di meno di 800 grammi!

La tecnologia non cessa mai di stupirmi e non vedo l’ora di vedere la prossima innovazione tecnologica! E voi che ne pensate? 😉

(via)

Altro sulla tecnologia

Altro su billboard

E se una fermata di autobus si trasforma in una piscina!

Sembra incredibile! Guardate un’innovativa campagna di Outdoor dall’agenzia pubblicitaria ungherese MyAd Marketing per il cliente Budapest Spas e vedetelo con i propri occhi!

L’outdoor è ancora uno dei migliori e diversi metodi di pubblicità. Pubblicità outdoor (o publicità esterna) è altamente visibile e in grado di catturare l’attenzione di consumatore una forma di marketing che funziona per voi 24 ore al giorno/7 giorni alla settimana e raggiunge un pubblico che altri media come la televisione, la radio o i quotidiani non possono. Se volete creare l’awareness immediata per il vostro marchio questa forma di pubblicità è ideale per il business.

Come sapete, pubblicità outdoor può assumere varie forme come per esempio cartelli stradali tradizionali e digitali, display punto di vendita (l’POS), mezzi di trasporto (bus, taxi, stazioni ferroviarie, aeroporti), guerrilla (o ambient media ), pubblicità nelle pensiline di attesa autobus e così via. Tali annunci sono accattivanti, hanno più impatto e alta frequenza e offrono concetto per una creatività illimitata e flessibilità. La creatività non ha limiti!

Ci sono tanti annunci della pubblicità l’outdoor da dove potete prendere una fonte di ispirazione per la vostra prossima campagna pubblicitaria. Ciò che ha attirato la mia attenzione questa volta è un esempio di pubblicità nella una pensilina dell’autobus per promuovere Budapest Spas. La capitale ungherese per 80 anni viene chiamata la “Cittá delle terme” per le sue terme e acque termali.

Budapest Spas (via)
Budapest Spas (via)

Infatti, una delle più frequentate fermate dell’autobus di Budapest è stata trasformata in una piscina per dare ai passeggeri l’impressione di essere in acqua.

Per rafforzare la sensazione all’interno di una fermata dell’autobus sono stati installati un grande acquario pieno di acqua reale assieme con i pannelli VR (Virtualità Aumentata). Così passanti potevano guardare dentro e sentirsi in piscina. Inoltre, un lato della fermata dell’autobus aveva ritagli per le facce così loro potevano anche fare le foto!

Penso che questo sia un brillante esempio di pensare al di fuori degli schemi. Quando la pubblicità si incontra con la tecnologia, niente è impossibile! 😉

Altro sulla pubblicità esterna

Altro su tecnologia

Zappos lascia la sfida a Google nella sua nuova campagna #PayWithACupcake.

Questa campagna di guerrilla marketing di Zappos è semplicemente strabiliante! Ha suscitato il mio interesse dal momento in cui ho letto il titolo: “Paga con un cupcake” che mi ha ricordato la recente campagna “Paga con una foto” fatta da Google. È davvero una battaglia tra i due brand. Chi sarà il vincitore?

Tutto è iniziato quando “una gigantesca compagnia tecnologica” Google ha lanciato la sua campagna ad Austin, Texas, dove il brand regalava i cupcake dal loro food truck a tutti coloro che provavano la loro app Google Photos. È diventato subito molto popolare! La gente era felice e soddisfatta. Tutto sembrava andare per il meglio fino a quando Zappos, un store online specializzato in abbigliamento e accessori, è arrivato in città.

IMG_4404
Google “Pay with a photo” (via)
IMG_4412
Zappos è arrivato in città (via)

Sono arrivati all’improvviso, hanno installato la loro scatola di cartone #PayWithACupcake, situato a pochi passi dal truck di Google, e hanno iniziato a distribuire vari oggetti, come orologi, occhiali da sole, cuffie, e così via per tutti i passanti in cambio dei Google cupcakes. Tutto ciò che la gente doveva fare è stato “Inserire Cupcake” in uno slot sulla scatola di cartone e “Essere più felice” ottenendo una ricompensa migliore. Inutile dire che la campagna Zappos ha funzionato! Anche la persona dal Google cupcake truck è venuta a ritirare il suo premio.

Sembra una mossa intelligente, non è vero? Attenti però! Io non consiglierei di fare questo gioco con i vostri concorrenti! 😉

Guardate questo video divertente e condividete la vostra opinione. 🙂

(via)

Altro su guerrilla marketing

Altro su ambient marketing

SalvaSalva