#CreateCourage a prescindere da tutto con il nuovo spot di “Rogue One: A Star Wars Story.”

Se siete grandi fan di Star Wars, non c’è da stupirsi se contate i giorni che mancano all’invasione di #RogueOne nelle sale! Mentre aspettate, vi consiglio di guardare questo spot scaldacuore dalla Globe Telecom, società di telecomunicazioni leader nelle Filippine. Che l’emozione sia con voi! 

Potreste aver sentito di recente che “Rogue One” non è un sequel del “Risveglio della Forza” uscito l’anno scorso. “Rogue Oneè il primo film stand-alone della serie Star Wars Anthology che promette di portarvi in una nuova epica avventura spaziale. In realtà, è ambientato “tanto tempo fa, in una galassia lontana, lontana” tra gli eventi di “La vendetta dei Sith” e “Una nuova speranza” e ruota attorno a un gruppo di ribelli che sono in missione per rubare i piani per la Morte Nera, l’ultima arma dell’Impero, in grado di distruggere un intero pianeta. Questo evento, di vitale importanza nella timeline di Star Wars, spinge le persone ordinarie a unirsi per essere coraggiosi e per realizzare cose straordinarie, diventando parte di qualcosa di più grande.

Globe Telecom: #CreateCourage – Rogue One: A Star Wars Story (via)

Ispirato dal tema di quel film, Globe Telecom, in collaborazione con Disney Southeast Asia e Publicis JimenezBasic hanno lanciato un nuovo spot televisivo che invita le persone a #CreateCourage (avere coraggio) per qualcosa di più grande in una vita quotidiana.

Lo spot si concentra su una giornaliera routine di due fratelli, un ragazzo e la sua sorellina, grandi fan di Star Wars. Vediamo un ragazzo con una felpa e cappuccio di Star Wars e una ragazza che indossa sempre il casco da Stormtrooper ovunque vada: a scuola, a casa in bici, in momento in cui balla e guarda Rogue One. Mentre la storia procede, scopriamo che c’è un motivo per cui lo indossa.

Globe Telecom: #CreateCourage – Rogue One: A Star Wars Story (via)

Nei secondi finali dello spot vedremo la ragazza che entra in classe a scuola. I suoi compagni di classe tutti in versione Stormtrooper salgono dai propri posti, lei si toglie la maschera e tutti si accorgono che cosa si nasconde dietro ad un casco da Stormtrooper.

Lo spot si conclude con lo slogan “Create. Courage. Create. Wonderful.” ad indicare che i piccoli gesti di gentilezza hanno un significato molto importante e danno sostegno alle persone. A volte le azioni valgono più delle parole!

Globe Telecom: #CreateCourage – Rogue One: A Star Wars Story (via)

Guardate il video 🙂

(via)

Il messaggio chiave della campagna mira ad incoraggiare a donare a favore della clinica pediatrica e riabilitazione del Philippine General Hospital e per sollevare gli spiriti e dare coraggio ai loro giovani pazienti.

Inoltre, i fan di Star Wars possono partecipare ad un concorso speciale con la possibilità di vincere un viaggio per Star Wars Celebration 2017 in Florida, Stati Uniti d’America. Per partecipare basta postare la propria foto con un casco da Stormtrooper sui profili Facebook o Twitter utilizzando i hashtag #CreateCourage e #RogueOnePH e completare questa frase nella didascalia “#CreateCourage to __________.” (ovvero ‘dare coraggio a qualcuno per_____”) Per scoprire di più vedetw il sito di Globe! Stupendo, no?

A mio avviso questa iniziativa è spettacolare. Trovo molto bello che i brand sostengono una buona causa! E voi che ne pensate? 😉

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

Atro su Guerre Stellari

Rimetti all’opera le tue cose!

Questo è il titolo di nuovi annunci di pubblicità sociale del Goodwill per gli Stati Uniti mirata per incoraggiare le persone #DonareCoseCreareLavoro.

Potreste aver sentito parlare di Goodwill (o Goodwill Industries International, Inc.), un network di 164 organizzazioni indipendenti non profit di beneficienza governati da un consiglio di amministrazione fatto da volontari, che opera negli Stati Uniti, Canada e altri 13 paesi tra cui la Corea del Sud, Venezuela, Brasile e Italia. La mission di Goodwill è quella di fornire formazione professionale, inserimento lavorativo e altri servizi basati sulla comunità per tutti i ricercatori di lavoro (giovani, studenti, anziani, veterani, persone con disabilità e di altre esigenze specializzate) che affrontano le sfide di lavoro, attraverso la vendita di abbigliamento e oggetti per la casa donati al Goodwill Retail Stores e shop online. 👠🎸💻

goodwill-stiletto
Goodwill: Stiletto (via)

Per spargere la voce circa il suo concetto Goodwill in collaborazione con Ad Council e agenzia pubblicitaria VML New York che ha creato questo progetto pro bono, hanno lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione con lo scopo di mostrare alla gente che tutti possono fare il loro meglio per aiutare chi è nel bisogno. A volte basta poco, anche una piccola azione per fare la differenza.

goodwill-guitar
Goodwill: Guitar (via)

Nello spot si vede una serie di immagini che mostra figurine in miniatura in azione che sono occupati in una varietà di posti di lavoro qualificati, insieme a grandezza naturale degli oggetti donati che possono aiutare a finanziare la formazione professionale e opportunità di inserimento lavorativo nella vostra community. Lo spot si conclude con il tagline, “Dona Cose. Crea Lavoro” e vi indirizza a visitare il sito di Goodwill e trovare il loro centro donazioni più vicino.

(via)

Trovo questa iniziativa brillante. La cosa migliore che tutti noi possiamo fare è aiutare gli altri a realizzare i loro sogni. E voi che ne pensate? 😉

Altro sulle campagne di sensibilizzazione

Come fornire un valore aggiunto per la vostra campagna di direct mail. Una lettera allarmante!

Se avete qualche dubbio sull’utilizzo del direct mail marketing oggi, vi consiglio di prestare più attenzione a questo esempio. La società svedese di allarme Sector Alarm ha recentemente messo a punto un’idea interessante per il suo direct mail – rivolta per attirare l’attenzione del consumatore e mettere in evidenza il suo servizio. Continuate a leggere per scoprire di più!

Si potrebbe pensare che direct mailing sia preistoria, ma non è così. Non è neppure una forma di pubblicità dimenticata! Le aziende continuano utilizzare tecniche di “vecchia scuola,” tra cui il direct mail, perché sanno che loro ancora funzionano.

Sector Alarm An Alarming Letter

(via)

Nonostante l’aumento dei media digitali, il direct marketing è ancora una strategia attuabile ed efficace nel marketing mix: è un mezzo di comunicazione personalizzato e misurato per un target di riferimento specifico, ma anche uno strumento fantastico che permette di consegnare un messaggio tangibile per il pubblico di destinazione e incoraggiare interazione.

Proprio come tutte le altre strategie di marketing, il direct mail è in continua evoluzione e cambiamento accanto alle enormi progressi fatti nella tecnologia per creare un rapporto unico e forte con il pubblico.

Al giorno d’oggi rendere il pezzo di direct mail che si distingue dagli altri e farsi notare per le aziende non è semplice come in passato. Oggi i consumatori sono costantemente bombardati da innumerevoli e-mail e annunci pubblicitari, mentre rispondono solo a pochi di essi. Di solito la gente impiega meno di un minuto alla scansione del messaggio prima di decidere se vale la pena di investire il proprio tempo e lo sforzo di continuare a leggerlo.

Sector Alarm An Alarming Letter

(via)

Dunque, per creare un impatto immediato sui potenziali consumatori e di suscitare la loro curiosità per il servizio, il Sector Alarm assieme con l’agenzia Milk hanno recentemente realizzato una lettera allarmanteil direct mail che non si può ignorare! Come sono riusciti a farlo? Installando di un allarme in una busta che si spegne quando la lettera si apre. Chi non reagisce al segnale dell’allarme?

(via)

A mio avviso, questo è un ottimo esempio di come il direct mail può essere uno strumento di marketing molto potente ed efficace e che, quando viene eseguito correttamente, garantisce ottimi risultati per l’azienda. 📬📩 🙂

Altre campagne di Direct Marketing

La BMW ha lanciato ‘The Moving Billboard’ per rendere la vostra auto pronta per l’inverno!

Con l’inverno arriva il momento di preparare il vostro veicolo per guida invernale. Per aumentare l’awareness sui benefici dei pneumatici invernali, la BMW e l’AIR Brussels hanno creato ‘The Moving Billboard’ ovvero il cartellone stradale in movimento.

Il tempo invernale può essere imprevedibile e rendere la guida infida e stressante. Ghiaccio, neve, pioggia congelante e nebbia aumentano il rischio di incidenti stradali. Ecco dove i pneumatici invernali entrano in gioco.

Nella maggior parte dei paesi dell’UE, tra cui il Belgio, i pneumatici invernali per le autovetture non sono obbligatori. Tuttavia, gli esperti consigliano di cambiare i pneumatici estivi con quelli invernali. Quando la temperatura inferiore di 7° C, anche se non c’è neve, pneumatici estivi diventano meno efficienti e pneumatici invernali diventano più adatte alle condizioni invernali perché sono dotati della particolare miscela progettata per migliorare la trazione, la gestione e la frenata non solo sulla neve, fango e ghiaccio, ma anche sulle strade bagnate e congelate. 🚘 🌨🌧

bmw-the-moving-billboard
BMW: The Moving Billboard (via)

Per rivelare la differenza, la BMW in collaborazione con l’agenzia AIR Brussels hanno creato “The Moving Billboard,” un cartellone che parla dei vantaggi dei pneumatici invernali e anche li dimostra.

L’idea è la seguente: un cartellone stradale apparentemente normale è stato installato accanto ad una strada trafficata a Bruxelles, in modo che quando i conducenti si fermano davanti a un semaforo rosso, il cartellone improvvisamente inizia a muoversi all’indietro, mostrando il messaggio sullo schermo: “In inverno voi avreste solo fermato qui,“ che significa che la guida di una vettura con pneumatici invernali è meno rischiosa e lo spazio e il tempo di frenata sono più brevi.

(via)

Prendetevi cura di voi stessi e degli altri quando siete alla guida! Che ne dite di cambiare i pneumatici estivi per quelli invernali? 😉

Altro su auto

Altro sulla pubblicità esterna

Londra visto con occhi nuovi grazie al nuovo spot di Bose.

Potete immaginare metropoli con alto tasso di inquinamento acustico come Londra senza rumore, traffico e folle di persone? Questa immagine surreale può diventare una realtà nel nuovo spot televisivo “Get Closer” per Bose firmato da Grey London.

L’unica anima vivente in questo spot è Maëva Berthelot, nota ballerina di Londra, che si muove sulle note di un brano musicale electro-R&B chiamato ‘Alchemy’ di Tala e su una variazione del famoso coreografo Simeone Qsyea attraverso i luoghi simbolo, completamente deserti, della capitale del Regno Unito: la metropolitana di Londra, Regent Street, i mercati Shoreditch e Piccadilly Circus.

bose-get-closer-1
Bose: Get Closer (via)

E solo alla fine dello spot si può vedere la gente e il traffico che appaiono all’improvviso e si capisce che la danza per le strade vuote è solo il suo volo pindarico. Maëva non vede nulla della sovraffollata Piccadilly Circus mentre indossa le sue nuove cuffie wireless QC35 di Bose dotate di riduzione del rumore, e sembra essere nel suo mondo, dove nulla si frappone tra lei e la sua musica. Un modo intelligente per promuovere le cuffie, non trovate? 😉 💃🏽🎧

bose-get-closer-3
Bose: Get Closer (via)

Siete curiosi di sapere come il video è stato girato nella città completamente vuota? Secondo il sito web di Grey London sono riusciti a chiudere le strade per alcuni minuti alla volta per permettere agli elicotteri di fare le riprese dall’alto del mattino molto presto.📹🎥🚁

Ora godetevi questo meraviglioso video e fatemi sapere la vostra opinione. 🙂

(via)

Altro sulla pubblicità televisiva

Come rendere la vostra giornata un po’ speciale: benvenuti nella barca bed and breakfast!

Svegliarsi la mattina può essere davvero difficile a volte. E l’ultima cosa che probabilmente vorreste fare appena suona la sveglia, è quella di alzarvi da quel letto caldo e accogliente. Ecco perché Quaker ha recentemente inventato la barca con l’opzione di fare la colazione a letto per rendere ancora più piacevole il vostro risveglio e in più, vi porta anche al lavoro!

Quante volte avete sentito che “la colazione è il pasto più importante della giornata, non saltatela?’ Infatti, una delle possibili risposte a questa frase potrebbe essere quanto a volte sia faticoso alzarsi dal letto e figuriamoci trovare il tempo per fare colazione! Tuttavia, il valore del primo pasto del mattino viene troppo spesso sottovalutato ed è assolutamente sbagliato.

quaker
Quaker: Breakfast-in-bed-boat (via)

Anche se la colazione è piuttosto in basso nella vostra lista delle priorità, basta dedicare almeno pochi minuti per avere una colazione sana e nutriente al mattino che vi farà una grossa differenza per iniziare bene la giornata.

Numerosissimi studi hanno dimostrato quanto la colazione sia importante: aiuta a ricaricare il vostro organismo fornendo al corpo l’energia e nutrienti necessarie per svolgere al meglio le attività quotidiane. Inoltre, è in grado di aumentare anche l’efficienza della memoria e la capacità di concentrazione, può aiutare nella gestione del peso e accelerare il metabolismo.

Così è nato “The breakfast-in-bed-boat” (dall’inglese “la barca bed and breakfast”). Quindi, niente più ansia di essere bloccati nel traffico e di arrivare in ritardo al lavoro, scegliendo tra il perdere l’autobus o saltate la colazione al mattino. Quello che vi serve è restare al letto e gustare la vostra colazione mentre andate al lavoro in totale relax!⚓️🚣🍴

(via)

Vi piacerebbe di fare un giro in questa barca realizzata da Quaker Oatmeal direttamente al lavoro? 😉

Altro su Ambient Marketing

Van Gogh Bnb: il segreto della campagna di successo.

La campagna pubblicitaria che ha attirato la mia attenzione questa settimana si chiama il “Van Gogh Bnb,” un progetto creato per suscitare l’interesse di pubblico nella “Van Gogh’s Bedrooms,” una mostra temporanea tenuta presso l’Art Institute di Chicago, in collaborazione con Airbnb! Questa campagna ha vinto quattro Ori ai CLIO Awards 2016 e tre Leoni d’Oro alla 63° edizione del Cannes Lions, il Festival Internazionale della Creatività! Non male, vero? Vediamola in azione!

“La camera da letto,” viene chiamata anche “La camera ad Arles’  ed è considerata una delle opere più conosciute in tutto il mondo del pittore olandese Vincent Van Gogh. È stata dipinta in tre versioni realizzate dall’artista tra il 1888 e il 1889: una è esposta al Museo Van Gogh di Amsterdam, l’altra al Museo d’Orsay di Parigi e l’ultima all’Art Institute of Chicago. La mostra “Van Gogh’s Bedrooms” tenuta  a Chicago riunisce per la prima volta tutte e tre versione della stanza di Van Gogh in Nord America.

van-gogh-bnb-2
Van Gogh Bnb (via)

L‘Art Institute di Chicago, in collaborazione con l’agenzia Leo Burnett e Airbnb, ha deciso di ricreare il celebre dipinto proponendo una soluzione davvero originale per invogliare le persone ad avvicinarsi all’artista! Invece di guardare semplicemente l’opera, sono stati invitati a trascorrere una notte nella famosa stanza di Van Gogh! Nell’annuncio si legge che “questa camera vi farà sentire come se foste dentro un dipinto. È decorata in stile post impressionista, con reminiscenze del Sud della Francia e dei tempi passati. I suoi arredi, i colori brillanti e l’artwork vi daranno un’esperienza unica nella vita.”

Ma non si sono fermati a questo. La cosa più incredibile che abbia mai sentito è che la camera era stata ospitata da Van Gogh stesso e si poteva prenderla in affitto su Airbnb a “un prezzo solo $10 a notte per il solo motivo,” spiegato dall’artista “che ho bisogno di comprare i colori per dipingere. Tuttavia, sarò felice di fornirvi i biglietti per la mia mostra presso l’Art Institute di Chicago.” Geniale, no?

Van Gogh Bnb
Van Gogh Bnb (via)

Il risultato è stato semplicemente sensazionale! Il primo blocco di notti è stato venduto in 5 minuti dopo che il progetto è stato lanciato. Durante una settimana la storia è stata diffusa dai media in oltre 100 paesi. La vendita dei biglietti online alla “Van Gogh’s Bedroom” è salita fino al 250% ed è stata la mostra più frequentata di 15 anni!

van-gogh-bnb-1
Van Gogh Bnb (via)

Inoltre, per “Van Gogh BnB,” Leo Burnett Chicago ha ricevuto un sacco di premi: sei Cannes Lions al Festival di Cannes 2016, tra cui uno Leone d’oro e due Leoni d’argento in Direct, due Leone d’oro e un Leone d’Argento nella categoria Promo ed Activation.

In più, l’agenzia ha portato a casa sei premi ai CLIO Awards 2016: quattro ori nei vari categorie tra cui Brand Design, Out of Home, Branded Entertainment and Engagement/Experiential, un argento nella categoria PR e un bronzo in Direct. La campagna ha riscosso un enorme successo!

A mio avviso, questo tipo di campagna dimostra di quanto il marketing esperienziale e lo storytelling siano i strumenti potenti orientate alla creazione di un coinvolgimento emozionale con il consumatore. Che ne pensate voi? 😉

Altro su Ambient Marketing

Altro su Leo Burnett

Altro su AirBnb

TAKE5 barretta al cioccolato: il primo packaging suonabile.

Hershey, il famoso marchio dolciario ha recentemente lanciato il ‘Remixer,’ un packaging in edizione limitata per il suo snack dolce TAKE5 che permette di creare musica con nessun’app richiesta!

Probabilmente avete già notato che oggi il packaging interattivo (ovvero confezione interattiva) sta crescendo a ritmi vertiginosi. Ed è ovvio! Il packaging interattivo non si limita soltanto a delle immagini belle, ma è molto di più. Infatti, è un ottimo modo per distinguersi dalla massa di prodotti presenti sugli scaffali dei negozi e catturare l’attenzione della gente. Esso permette di rendere il prodotto più attraente, memorabile e utile!

Così, il colosso dolciario Hershey ha trovato un’idea brillante. Assieme all’agenzia Barkley, Stati Uniti, il marchio ha lanciato il “Remixer,” la prima confezione interattiva che si trasforma in un beatbox. Remixando i cinque sapori classici della sua barretta al cioccolato TAKE5 – cioccolato, caramello, pretzel, arachidi e burro d’arachidi – il brand sta anche “remixando” il modo in cui i loro consumatori possono acquisire un’esperienza musicale.

take5-remixer
TAKE5 Remixer (via)

Siete curiosi di sapere come funziona? Secondo il marchio, utilizzando l’inchiostro conduttivo e sensori tattili, il “Remixerdi TAKE5 permette di creare oltre 30.000 tracce musicali. Per di più, non vi serve neanche un’app. Ma non è geniale?!

Credo che, il “Remixer” di TAKE5 sia un esempio fantastico di come le marche possono utilizzare le nuove tecnologie per creare qualcosa di unico per fare la differenza.

Guardate il video e condividete la vostra opinione. 😉

(via)

Fonte: Hershey

Altro su packaging interattivo

Altro su tecnologia

Coca-Cola ci fa sentire la magia.

Che la magia abbia inizio, la Coca-Cola per lo suo nuovo spot ‘Taste the magic’ ha invitato Justin Flom, un famoso mago americano.

Quando pensate di marketing emozionale vi viene subito in mente un tale marchio come la Coca-Cola. È uno dei marchi di soft drinks più riconosciuti e amati in tutto il mondo. La Coca-cola è anche nota per le sue campagne memorabili volte a riempirvi di gioia e felicità! La Coca- Cola è sempre piena di concetti interessanti. Questa volta il marchio vi invita ad ‘assaporare la magia‘ (‘Taste the magic’) nel suo ultimo spot televisivo!

Nello spot un cameriere porta a un gruppo di giovani le bottiglie di Coca-Cola. Una delle ragazze si accorge che non ordinava la Coca-Cola classica. Per correggere il suo errore il cameriere, utilizzando technice di prestidigitazione inizia a trasformare la bottiglia di Coca-Cola in Coca-Cola Zero, Coca- Cola Light e Coca-Cola Life proprio davanti agli occhi stupefatti della gente!

(via)

Questo spot di Coca-Cola è parte della nuova strategia ‘One Brand‘ ed è stato realizzato dall’agenzia David per promuovere il nuovo packaging. Si andrà in onda in cinque continenti.

Probabilmente vi ricordate la frase celebre di Lewis Carroll

Tutti vorrebbero qualche soluzione magica ai loro problemi,

ma tutti si rifiutano di credere che la magia esista.

E voi credete nella magia? 😉

Fonte: AdWeek

Altro sulla Coca-Cola

Altro sulla pubblicità televisiva

Altro su packaging

Gillette punta sullo sport per i giochi di Rio 2016.

Durante l’attesa per la cerimonia d’apertura delle Olimpiadi a Rio de Janeiro, Gillette ha lanciato il film di tre minuti chiamato “Perfect isn’t pretty” per rivelare la dura realtà che gli atleti devono affrontare durante la preparazione per i Giochi Olimpici.

Questa iniziativa sembra un po’ strana da marchio, leader mondiale per la rasatura maschile, non è vero? Potete pure scambiarlo per i famosi spot dei brand sportivi. Invece, il concetto principale di Gillette è quello: così come gli atleti hanno l’intenzione di diventare i migliori nel suo campo anche Gillette ha lo scopo di creare il miglior rasoio del mondo!

Che si tratti di perfezionare lame o di inseguire l’oro olimpico, il meglio di un uomo non sempre è abbastanza, perciò vale sempre la pena provarci.

–  Gillette

Quando guardate le Olimpiadi, rimanete spesso impressionati da quanto gli atleti sono in forma e ben addestrati. Sembra che tutto è possibile per loro. Ma non vi rendete conto di ciò che è dietro il loro successo.

Gillette. Perfect isn’t pretty
Gillette. Perfect isn’t pretty (via)

Per questo, Gillette e Grey New York vi danno la possibilità di vedere cosa accade veramente dietro le quinte nel corso della preparazione dei atleti per i Giochi Olimpici: i testimonial dello spot sono la stella del calcio brasiliano Neymar Jr. , il decatleta americano Ashton Eaton, il nuotatore cinese Ning Zetao e il ciclista inglese Andy Tennant.

Potete vedere che la strada per la vittoria non è facile. Ci vuole tanto lavoro e tanto sacrificio quotidiano che gli atleti devono affrontare per raggiungere l’obiettivo di competere alle Olimpiadi. Per avere successo gli atleti devono essere spinti a migliorare ogni giorno. Devono avere un desiderio ardente di riuscir a raggiungere quell’obiettivo. Devono avere molta fiducia in sè stessi e credere che sono i vincitori.

Pretty isn’t perfect, they told me I was worthless
Had to dig deeper with my cleats at the surface
Way more than physical, this is soul-searching
Pain from the pressure to perform equals purpose
No sympathy, nervous energy
Second place, one second don’t remember me
I’m not stopping ’til the end
Got the sun on my face and my back is to the wind, yeah
What don’t kill you only makes you stronger, yes
The road to glory takes a little longer, yes

– Pusha T

Per portarvi nel mood per l’imminente cerimonia di apertura delle Olimpiadi è stata realizzata la colonna sonora nel film di Gillette. Questa colonna sonora è un nuovo remix di una hit di Sia “Unstoppable” creato dal produttore, vincitore di un Grammy Awards Ariel Rechshaid con la collaborazione del rapper Pusha T e la banda musicale brasiliano Olodu. Questo remix è diventato l’inno ufficiale per i Giochi Olimpici del 2016 a Rio de Janeiro, Brasile.

A mio avviso, questa campagna di Gillette con gli atleti Olimpici è semplicemente brillante! La maggior parte di noi non potrà mai competere nei Giochi Olimpici, ma tutti abbiamo qualcosa da imparare da loro. Ci ispirano e danno la motivazione giusta a fare del nostro meglio per raggiungere i nostri obiettivi e realizzare i nostri sogni!

Guardate il video e condividete la vostra opinione.🏅🏅🏅

(via)

Altro sulla pubblicità televisiva

SalvaSalva